Commenta

Martignana, Carletto
ne ha per tutti per
un mare di risate

bianchessi_ev

Un diluvio di battute ed un’esplosione di risate persino in quelle persone che solitamente non si scompongono mai. Il  cabaret,  tradizionale e spontaneo e non quello virtuale dei comici “tecnologici”, ha fatto centro l’altra sera nel casalasco, coinvolgendo i fortunati spettatori che si trovavano a cena al Miami restaurant di Martignana di Po.

Davanti ad un autentico acrobata del monologo, quale si è rivelato Carletto Bianchessi, non si poteva rimanere indifferenti  ricordando tra l’altro che persino i medici consigliano la risata quale miglior terapia contro la noia. Il comico di “Colorado Cafè” ha preso di mira gran parte del pubblico sviscerandone le caratteristiche con sagacia ed intuito, senza mai superare i limiti della liceità.

E così sono saltate fuori battute per tutti sottolineando l’eleganza del titolare Cesare (“…sono figo, sono figo…”), la celerità del maitre Maurizio (caricato a molla dal proprietario di prima mattina per ricavarne  spigliatezza e sollecitudine), scherzando con la fotografa Carolina ribattezzata Tonina, sino a rivelare che l’organizzatore Fabio Negri un tempo era così magro dall’indossare un pigiama con una riga sola.

Nemmeno i giovani calciatori del San Matteo, freschi vincitori di un torneo a Salina, sono rimasti indenni dalle frecciatine di Bianchessi che ha trovato in uno di loro, Mirko, una specie di spalla con cui improvvisare gli sketch migliori: “Una volta i giovani facevano l’amore sull’erba, oggi invece la fumano”. Insomma una cascata di ilarità e buon umore, una raffica di battute surreali e di irresistibili siparietti mimici, grazie ai quali il pubblico ha trascorso un’ora abbondante lontano dai crucci e  dalle inquietudini quotidiane. Per merito di un comico abile e perspicace, a cui intelligenza e sagacia non fanno certo difetto.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti