Commenta

Agli Assoluti Desalu
sfiora il podio: è
quarto per 12 centesimi

desalu-rieti-2013-ev

Alla prima assoluta negli Assoluti (perdonate il bisticcio di parole) Fausto Desalu ha chiuso secondo nella sua batteria di qualificazione dei 200 metri, ma ha poi mancato il podio per soli 12 centesimi, chiudendo quarto in finale.

Fausto ha ottenuto inizialmente un 21”26 abbastanza alto, considerando il suo standard (e il suo record di 20”92) ma ha chiuso in batteria con il terzo tempo complessivo. Desalu è arrivato secondo nella batteria vinta da Enrico Demonte, atleta delle Fiamme Oro Padova (21”12), mentre il più veloce nelle batterie è risultato Davide Manenti dell’Aeronautica Militare con 20”99, che ha gareggiato nella prima delle due batterie.

Desalu, classe 1994, era il più giovane iscritto agli Italiani Assoluti in corso all’Arena Civica Gianni Brera di Milano: solo due i 1993 in gara, Giacomo Tortu e Gaetano Di Franco, che non sono arrivati in finale. Questo per rendere l’idea della positiva gara dell’atleta di Casalmaggiore targato Fiamme Gialle E’ Più Interflumina.

Nell’ultima giornata delle tre in programma negli Assoluti, Desalu ha chiuso al quarto posto, come detto, in finale, correndo in 21”15. Curiosamente la finale ha riproposto la classifica delle batteria, ad eccezione di Diego Marani (quarto nelle batterie) che, con un autentico exploit, ha fatto saltare il banco: l’atleta delle Fiamme Gialle Atl. Riccardi Milano ha infatti chiuso al primo posto in 20”77, precedendo proprio Manenti (20”91), Demonte (21”03) e appunto Desalu.

Va però detto che Fausto arrivava alla sua prima esperienza negli Assoluti Italiani con il quinto tempo sui 200 metri, l’ottavo all time, e dunque, chiudendo quarto, ha migliorato di una posizione la tabella di marcia ipotetica. Quarto in Italia e quinto in Europa tra gli Junior: il tempo è tutto dalla parte di Fausto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti