Commenta

Ponteterra, mongolfiere
e musica nel ricordo
di Adolfo Bonconti

ponteterra-dolfo_ev

Una ventina di piccole mongolfiere lanciate nel cielo in mezzo alla Festa di Ponteterra. Ognuna con il cuore rosso disegnato sopra a simboleggiare il sentimento e la passione con la quale si è voluto ricordare Adolfo Bonconti, uno dei volontari del paese deceduto improvvisamente nel marzo scorso.

Anche la musica si è fermata un momento per consentirne il ricordo struggente da parte di tutti i volontari che in questo modo hanno trasmesso al numerosissimo pubblico presente un brivido di commozione per un personaggio dal cuore grande che non c’era più. Superata l’emozione, la festa ha ripreso con la piccola estrazione che ha assegnato a cinque fortunati la vincita di altrettanti buoni spesa offerti dall’organizzazione. E poi spazio di nuovo al ballo grazie alle musiche dell’orchestra di Andrea Spillo, acclamato persino da gruppi di sostenitori che giungono da mezza Italia per ascoltare lui e le sue ragazze.

Ancora una volta la Festa di Ponteterra si appresta a battere tutti i record. Più di duemila persone venerdi, moltissime sabato sera a cui si aggiungeranno quelle di domenica sera e lunedì, ultimo giorno.Inutile cercare di fare delle analisi sulle ragioni di tale trionfo. La scenografia del campo sportivo è bellissima con tutte quelle candide sedie disposte ad antfiteatro, sull’erba verde e curatissima. La buona cucina con ricette originali, le grandi orchestre e il sudore di tantissimi volontari sono forse l’unica reale spiegazione di tanto successo.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti