Commenta

Scandolara-Motta,
cinque focolai dolosi
VvFf e Cc impegnati

incendi-vari_ev

Ben cinque focolai distinti, uno successivo all’altro, sulla provinciale 85 che collega Gussola a Motta Baluffi. E’ stata una giornata molto impegnativa quella di sabato per i Vigili del Fuoco accorsi in mattinata sull’argine tra Roncadello e Fossaprara e successivamente nel pomeriggio sulla strada che porta a Motta poco dopo il bivio di Scandolara.

Qui i Vigili del Fuoco di Cremona, chiamati dai Carabinieri di Casalmaggiore, sono dovuti intervenire in due tempi successivi per spegnere le fiamme che lambivano la strada stessa. Evidenti e ineludibili le origini dolose dell’incendio, a detta degli stessi pompieri perchè i focolai si erano sviluppati a poca distanza uno dall’altro, a intervalli di spazio regolari facendo terra bruciata (è proprio il caso di affermarlo) per centinaia di metri.

Il fuoco ha intaccato completamente le rive del fossato coinvolgendo anche cespugli d’erba e qualche piccolo albero ai margini. Dare fuoco in quelle condizioni con l’erba completamente rinsecchita dal sole tropicale non deve essere stato difficile essendo sufficiente  avvicinare un accendino alle sterpaglie. Difficile pensare ad una casualità, per esempio al più classico mozzicone di sigaretta. Soprattutto risulta complicato capire il motivo per il quale qualcuno si diverta a compiere tali azioni pericolose. Forse per il  gusto idiota di vedere arrivare con le sirene i Vigili del Fuoco e i Carabinieri affannarsi per evitare conseguenze più gravi.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti