Commenta

“Abbiamo sete”
poi rubano la cassa:
ladri in azione a Spineda

carabinieri-ev

E’ domenica sera, sono circa le 20,30. Il negozio di alimentari di Spineda è chiuso, ma la 65enne proprietaria, Palma Sarzi Sartori, alla richiesta di due persone di poter acquistare qualcosa di fresco da bere vista la calura estiva, decide di aprire l’esercizio come è solita fare fuori orario a chi ha particolari esigenze. Un gesto generoso, ma incauto.

I due assetati, in realtà, si rivelano ben presto essere due malviventi, che una volta all’interno del negozio portano a termine il loro piano criminale, strappando il registratore di cassa pieno. E gli va pure benissimo: il bottino, di circa mille euro, equivale all’intero incasso settimanale dell’esercizio.

I due uomini, sconosciuti alla proprietaria del negozio, sono quindi fuggiti a piedi e alcune testimonianze, al momento frammentarie, parlano di un terzo complice che attendeva i malviventi su di una macchina pronto a darsi alla macchia.

Una volta rapinata, la signora ha lanciato l’allarme: sul posto sono accorsi i Carabinieri e tuttora sono in corso le indagini coordinate dalla stazione di Casalmaggiore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti