Commenta

Da Viadana al crotonese
onorificenza per
il Cavalier Guarino

guarino-capo-rizzuto-ev

Nella foto, al centro il Cavaliere Giuseppe Guarino attorniato dalle autorità di Isola di Capo Rizzuto

Martedì, nel municipio di Isola Capo Rizzuto, in provincia di Crotone, il sindaco Gianluca Bruno alla presenza del presidente del consiglio comunale Antonio Frustaglia, degli assessori Carmela Maiolo e Anna Passafaro, dei consiglieri Domenico Timpa e Maurizio Piscitelli e del consigliere del comune di Viadana Rosario Villirillo, ha insignito con la medaglia e diploma a firma del Presidente della Repubblica On. Giorgio Napolitano il già Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana, Giuseppe Guarino, Presidente dell’ARCES di Viadana, il più giovane d’Italia con tale onorificenza.

Il sindaco di Isola Capo Rizzuto, anch’egli giovanissimo, nel lanciare un messaggio ai giovani spera che tale onorificenza sia un segno di auspicio e fiducia in un futuro migliore. Gianluca Bruno si è detto onorato di avere un concittadino emigrato che si è distinto per un alto merito oltre ad essere un prestigioso riconoscimento al mondo del volontariato, che opera senza confini, con sacrifici di tempo e dedizione verso il prossimo in difficoltà, nel merito alto simbolo che incoraggia tutti nel perseverare e proseguire con maggiore attenzione in attività di integrazione, attraverso le varie forme di solidarietà per le nuove ed emergenti povertà.

Giuseppe Guarino risiede da anni nella comunità viadanese, pur essendo originario della gemellata Isola di Capo Rizzuto, dove sin dall’età di 9 anni è stato un volontario soccorritore, divenendo dal 1999 al 2001 presidente dell’associazione Misericordia. In questi anni di residenza in Calabria ha collaborato con tutte le Istituzioni presenti nel territorio  partecipando in diverse emergenze sanitarie, sia in campo di Protezione Civile che sociali-umanitarie, con notevole esperienza e professionalità.

Emigrato a Viadana, Guarino ha messo a disposizione la sua professionalità maturata in questo campo: dal 2007 è cofondatore dell’ARCES (Associazione Ricreativa Culturale e Sportiva) di Viadana, ricoprendo prima la carica di vicepresidente (fino al 2009) quindi quella di presidente. L’associazione iscritta ai registri del volontariato della Regione Lombardia e della Regione Calabria e aderente alla Consulta del Volontariato Viadanese.

Diverse sono le attivita’ che ha intrapreso nell’associazione. Ha stipulato una convenzione con il Banco Alimentari AGEA che prevede l’assistenza reale di pacchetti alimentari  mensili a circa 150 famiglie locali e limitrofe in stato di indigenza e di povertà. Ha portato aiuto coinvolgendo la popolazione in loco con alimenti, vestiario  alle popolazioni dell’Abruzzo (presso l’Aquila-Montereale con n. 5 tir di aiuti) e recentemente alle popolazioni colpite dal sisma nell’Emilia (Concordia sul Secchia) – Lombardia (Pieve di Coriano) con lode da parte dei sindaci e delle popolazioni interessate dal sisma. Collabora con tutte le Istituzione presenti nel territorio per favorire l’integrazione degli immigrati proveniente da altri paesi stranieri e degli emigrati provenienti dal sud Italia con incontri delle famiglie e attività ricreative e culturale come mostre ( esempio la mostra della pittrice Teresa Sulla presso il MuVi di Viadana) e presentazione di libri (come quello di Giovanni Frijio) e con attivita’ di conoscenza (come l’iniziativa di avvicinare il cittadino alle Istituzioni) attraverso incontri e dibattiti  di studio con relatori Comunali-Patronali e Sociali. Propone i gemellaggi con le comunità di Isola e Cutro. Partecipa a tutte le attivita’ e  progetti intrapresi della Consulta del Volontariato Viadanese. E’  impegnato con iniziative culturali e attivita’ ricrative per favorire  l’inserimento di giovani, anziani e bambini partecipando in rete con le altre associazioni  della consulta nel “Progetto Accogli un Sorriso”. Ha costituito un gruppo sportivo di calcio giovanile (di anni 14-18) denominato “ARCES Vitelliana”. L’integrazione viaggia attraverso la condivisione di un’attività sportiva. Collabora a livello provinciale con il CSVM di Mantova e con associazioni Nazionali. Ha sostenuto l’inserimento nell’associazione di n. 3 volontari che hanno partecipato con ottimi risultati al corso di Amministratore di Sostegno del Comune di Viadana. Ultimamente ha organizzato gratuitamente una grande cena di solidarietà e di amicizia presso Viadana, invitando tutte le famiglie in condizioni di indigenza e di povertà, a causa della crisi economica e/o perdita di lavoro,  un momento ricreativo di serenità e di allegria.

Dal canto suo Giuseppe Guarino ha ringraziato tutte le autorità istituzionali presenti e coloro che lo hanno sostenuto dimostrando il calore e l’affetto. La dedica di tale onorificenza è andata alla famiglia di Guarino e “a tutti i giovani che investono il loro tempo nel sociale e nel volontariato, senza alcuna pretesa e con tanti sacrifici, facendo di questa scelta uno stile di vita”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti