Commenta

Due giorni di riposo
per la Pomì dopo il ritiro
di Forte dei Marmi

pomi-a-forte-ev

Nella foto (Giuseppe Storti), un momento del lavoro sulla sabbia di Bacchi e compagne

Da martedì riprende il lavoro per la Pomì Casalmaggiore che sabato pomeriggio ha fatto rientro dal ritiro di Forte dei Marmi. E’ stata una sei giorni intensa per le giocatrici presenti in terra versiliana, tanto intensa da convincere lo staff tecnico ad optare per quarantotto ore di assoluto riposo prima di tornare a sudare in palestra al ritmo di due allenamenti giornalieri. L’occasione è dunque propizia per tracciare un bilancio della bellissima esperienza che ha visto Bacchi e compagne condividere una location come la Casa al Mare, di cui in terra casalasca si va sempre più fieri, con le giovani del Joy Volley Time di Paolo Vecchi ed Alfredo Goi. E se di bilancio si deve parlare lo si deve fare solo in termini positivi. Il ritiro rivierasco è stato l’ideale per permettere alle giocatrici di iniziare a conoscersi, intervallare duri allenamenti ad altri di relax e convivenza con il gruppo dirigenziale e la gente di Casalmaggiore, ha avuto importanti risvolti nel creare l’affiatamento e la coesione indispensabili per affrontare una stagione importante come la prima esperienza in A1. “Ancora una volta abbiamo colpito nel segno – commenta in sede di bilancio il Presidente della Vbc Pallavolo Rosa Massimo Boselli Botturi – il ritiro di Forte dei Marmi è per noi da sempre la prima tappa della nuova stagione ed ha come principale finalità la creazione del gruppo inteso come amalgama tra atlete, staff tecnico, staff sanitario e dirigenza. I successi della Vbc Pomì dipendono dall’impronta che la società ha voluto dare in questi anni alla propria attività e il ritiro di Forte ne è l’esempio lampante. Un momento in cui il lavoro di preparazione fisica, il divertimento, la condivisione di tempi e spazi si fondono in un mix perfetto. Condizioni ideali per forgiare quello che mi piace definire l’imprinting Pomì e che quest’anno più che mai dovrà sostenerci”. Non possono, dunque, mancare i ringraziamenti a chi ha contribuito a rendere il ritiro un’esperienza fortificante e stimolante, partendo dal Comune di Massa e dalla scuola Don Milani di Vittoria Apuana per aver reso disponibile la palestra, passando per lo staff della Colonia presieduto dal direttore generale della Vbc Giovanni Ghini, che ha seguito nei minimi dettagli lo svolgimento della sei giorni e che ha coordinato l’operato dei dirigenti rosa come sempre ottimi collaboratori, per arrivare all’affiatato ed impareggiabile gruppo cucina capitanato dal cuoco Claudio Zardi e dagli instancabili Giusy Cavalca, Piera Santambrogio, Tiziana Galli, Gentile Zani cui si sono affiancati Flavio Bravi, Antonio Formica e Luisa Somenzi. E da ultimo, non per importanza, vanno menzionati i tanti sponsor che ancora una volta hanno voluto legare il proprio nome al soggiorno estivo del volley casalasco alla Casa al Mare, aziende locali leader nei propri prodotti, Padania Alimenti di Casalmaggiore, Consorzio Casalasco del Pomodoro di Rivarolo del Re, Cantini distribution service di Vicomoscano, Salumificio Pezzi di Viadana, Acqua e Farina di Sabbioneta, Alimentis di Commessaggio, La Felinese di Felino, insomma le aziende di tutto il territorio, dal cremonese, al mantovano, al parmense che gravitano attorno alla grande realtà Pomì. Da domani, come detto, si volta pagina, il ritiro sarà ormai un ricordo, ma il ricordo di sei giorni stupendi, aiuterà le rosa a riprendere di buon lena le fatiche in vista della nuova stagione.

© Riproduzione riservata
Commenti