Commenta

Chiofalo, nuovo
comandante: “A Viadana
ok le prime sensazioni”

Chiofalo-cc-Viadana-ev

Tre lauree e parecchi incarichi di responsabilità. Con queste credenziali ha preso posto nei giorni scorsi nell’ufficio che è stato fino alla fine di agosto di Alessandro Zelasio, il nuovo Comandante dei Carabinieri di Viadana Antonino Chiofalo.

Proveniente dal 7° Reggimento Carabinieri “Trentino Alto Adige” di Laives (Bz), il giovane ufficiale (compirà 45 anni il mese prossimo) vanta una carriera di tutto rispetto avendo svolto servizi di ordine pubblico in Italia, impegnato tra l’altro a contenere le manifestazioni “No Tav” in Val di Susa e all’estero in Bosnia Erzegovina, Kosovo e in Afghanistan. A Kabul è rimasto dal dicembre 2012 sino alla fine dello scorso mese di luglio. Nativo di Genova Pegli, dove ha svolto per un certo periodo il servizio di vigile urbano, il capitano Antonino Chiofalo improvvisamente ha avvertito l’attrazione per l’Arma decidendo di arruolarsi all’età di 26 anni. Dopo vari concorsi e promozioni è stato trasferito al Comando Compagnia di Alassio (Sv) in qualità di comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile, dove è rimasto sino all’agosto del 2008 prima di diventare capo sezione segreteria e personale a Laives. “Dopo il mare e la montagna mi mancava la pianura dove adesso mi trovo” ha commentato simpaticamente l’ufficiale parlando della sua nuova sede operativa. “E’ un territorio che devo imparare a conoscere ma che già alla prima sensazione mi sembra composto da un tessuto sociale positivo. Certo anche qui dovremo contrastare la criminalità predatoria ma so di avere a disposizione personale valido e collaboratori esperti”. Il capitano Chiofalo, sposato e padre di due gemelli, un bimbo e una bimba di sei anni, ieri è stato ricevuto dal Sindaco e dalla intera Giunta di Viadana. Da ambo le parti c’è stato un reciproco scambio di cordialità e una sensazione istantanea di stima e fiducia.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti