Commenta

Viadana, 350mila euro
di contributi per creare
una foresta golenale

pioppi-ev

Il rischio è che la gente, sentendo parlare di 350mila euro destinati alla realizzazione di una foresta nella golena del Po, si inalberi (è proprio il caso di dire…). In un periodo di spending review, dove non si trovano i soldi per togliere le infiltrazioni dai tetti delle scuole e non si riesce a portare l’acquedotto nelle frazioni si va ad impegnare un capitale così imponente per fare un percorso salute in riva al Po? La risposta sta negli enti che distribuiscono questi fondi che nel caso specifico sono l’Unione Europea e la Regione i cui finanziamenti sono finalizzati a tale obiettivo.

“Non aderendovi avremmo perso il contributo che sarebbe stato accaparrato da altri”: hanno spiegato il sindaco Penazzi e l’assessore Saccani durante la conferenza stampa di sabato.

Il progetto, illustrato da Alberto Bergonzi per conto della Green Energy di Scandolara Ravara, prevede la realizzazione di un bosco-parco di trenta ettari dove saranno piantumati una quantità notevole di piante autoctone come salici, pioppi, roveri e frassini oltre carpini, aceri ed ontani. Il finanziamento erogato comprende anche un periodo di manutenzione di cinque anni.

Tra l’altro tutti questi alberi usufruiranno di un sistema di irrigazione a goccia sotterraneo (di tecnologia israeliana) che da solo comporta un investimento di circa 60mila euro. Il sindaco Penazzi , dopo aver superato le perplessità riguardanti i possibili danni provocati dalle periodiche piene del Po, ha elogiato l’iniziativa.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti