Commenta

La Pomì torna da
Piacenza con lo scalpo
delle campionesse d’Italia

pomi-piacenza-ev

Nella foto, le rosa (in tenuta blu) a Piacenza

Prima uscita amichevole della Pomì Casalmaggiore e primo riscontro positivo. La formazione di coach Alessandro Beltrami, reduce dall’argento agli Europei con la nazionale tedesca, brilla al cospetto delle campionesse d’Italia della Rebecchi Nordmeccanica Piacenza superata a domicilio in quattro set. Tre le assenze per le locali, Lucia Bosetti, Van , due le defezioni per la Pomì, la palleggiatrice Camera e la banda Gennari. E’ un inizio di gara positivo quello della Pomì che gioca con disinvoltura e si fa apprezzare in particolare nel fondamentale di muro, con Zago e Stevanovic ad ergere leve invalicabili di fronte alle attaccanti piacentine. Il risultato viaggia sui binari dell’equilibrio sino al 7-7 dopo di che un attacco di Stevanovic in fast, un ace di Agrifoglio e un attacco da zona due di Zago mandano avanti le rosa 7-10. La Rebecchi riagguanta la Pomì sul 10-10 e poi con gran muro di Leggeri, il terzo della gara per lei, sull’11-11. Due punti di Bacchi ed un attacco out di Bramborova riportano avanti Casalmaggiore 11-14. Il secondo ace rosa, autrice Zago, manda la Pomì sul 12-16, quindi l’attaccante mancina della formazione casalasca si ripete dai nove metri firmando il diciassettesimo punto. Vola sul 13-19 la Pomì dopo bomba di Bacchi ed errore sotto rete di Bramborova che poi si rifà firmando il punto quattordici per la Rebecchi. Torna sotto la formazione di casa (17-19) con attacco di Mejners ed ace di Bramborova e mister Beltrami chiama time-out. Azione prolungata e spettacolare quella che vale il punto del 17-23 Pomì, chuso da Zago. Piacenza non demorde e torna sotto 23-24 con mano out di Vindevoghel, mette tutti d’accordo Bacchi chiudendo il set con diagonale stretto. Anche nel secondo set resta spregiudicato l’atteggiamento della Pomì che ribatte colpo su colpo alla Rebecchi rimanendole agganciata nel punteggio. A cavallo del decimo punto è Casalmaggiore a prendere l’iniziativa, palla vincente di Aguirre in veloce, ace di Lipicer e bella parallela di Zago che valgono il 9-12. Piacenza si aggrappa a Mejners e Bramborova e si mantiene in scia sul 13-15. Rebecchi a meno uno dalla Pomì (14-15) dopo tocco velenoso di Manzano e sul pari dopo ace di Bramborova. Piacenza è in un ottimo momento e con Mejners perfeziona il sorpasso sul 16-15. La formazione di casa spinge molto in attacco dove Mejners e Vindevoghel fanno la voce grossa ma appare frenare la propria corsa a causa di alcuni errori di troppo dai nove metri. E’ di nuovo parità sul 20 a 20 dopo due punti filati di Zago e Bacchi, quindi la Pomì firma il ventunesimo punto con Aguirre. Si viaggia sempre sul risicato vantaggio delle rosa che si portano sul 22-23 dopo uno dei rari errori in attacco di Mejners. Un altro errore, di Leggeri in battuta, regala il primo set-ball alla Pomì subito annullato da Mejners che poi si sigla il 25-24 capovolgendo la situazione. Un’infrazione in seconda linea di Bramborova riporta il punteggio sulla parità. Alla fine a prevalere è la Pomì 27-29 grazie ad un bel lungo linea da zona quattro di Lipicer autrice anche del punto precedente. E’ ancora grande Pomì nella fase iniziale di terzo set, Stevanovic, Zago (micidiale in battuta) e Bacchi deliziano la platea con alcuni colpi di classe e il punteggio arride alle rosa (2-7). Si viaggia costantemente con la Pomì avanti di alcune lunghezze, 8-10 e poi 9-11. A metà set è ancora Casalmaggiore, nelle cui fila Olivotto sostituisce Aguirre, a trovarsi avanti 14-16, quindi Piacenza forza i colpi in attacco dalla prima e dalla seconda da dove Mejners trova il punto del sorpasso (17-16), quindi Manzano mura Zago e conquista il + 2 per le emiliane.  Spettacolare il finale di set della Pomì, la squadra di Beltrami dà il meglio di sé in difesa e l’attacco trasforma a punto molti recuperi, su uno di questi Zago è infallibile e firma il 22-22. Bacchi conferma la parità (23-23) con diagonale da zona quattro, ma Mejners va a segno per il 24-23, quindi mette a terra anche la palla del 25-24 e poi chiude il set 26-24. Nel quarto set Beltrami conferma Olivotto per Aguirre e a giochi avviati inserisce Grazietti per Zago e alterna nel ruolo di libero Sirressi e Quiligotti. Proprio la sostituta di Zago si mette in grande evidenza andando a segno due volte a muro ed altrettante in attacco.Le due squadre viaggiano a braccetto nella parte centrale del set, 15-15, 16-16 ed ancora 17-17 dopo azione prolungata e spettacolare. E’ ancora pari dopo muro imperioso di Olivotto su Mejners che poi si rifà mettendo a terra la palla del 20-19. Gioca con spavalderia la Pomì che trova la forza di ribaltare il punteggio a proprio favore (20-21) dopo bella fast della serba Stevanovic che poi mette a terra anche il 21-23. E’ match-ball dopo punto di Lipicer il cui pallonetto velenoso chiude il conto sul 23-25.

REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA 1

POMI’ CASALMAGGIORE 3

(23-25, 27-29, 26-24, 23-25)

Rebecchi Nordmeccanica: Ferretti 2, Bramborova 12, Leggeri 9, Manzano 9, Mejners 22, Vindevoghel 12, Sansonna (L), Valeriano 4, ne Caracuta, Poggi. All.: Caprara.

Pomì: Agrifoglio 1, Zago 17, Stevanovic 16, Aguirre 5, Bacchi 19, Lipicer 7, Sirressi (L), Grazietti 5, Olivotto 4, Quiligotti. All.: Beltrami

Ace: Rebecchi 4, Pomì 6. Battute sbagliate: Rebecchi 10, Pomì 7. Muri: Rebecchi 12, Pomì 8.

 

© Riproduzione riservata
Commenti