Commenta

Spettacolare incendio
in cascina a Colorno
visibile dal fiume Po

incendio_ev

Nella foto, l’intervento dei Vigili del Fuoco a Colorno

Sembrava la scena di un film hollywoodiano quella che martedì sera ha attirato l’attenzione di parecchi curiosi in territorio comunale di Colorno, subito dopo il ponte sul Po. La colonna di fumo originata dalle fiamme scaturite da un grande incendio era addirittura visibile anche dalla rotonda di Casalmaggiore.

L’incendio si è sviluppato in un grande cascinale, tipico delle nostre campagne, che si trovava 200 metri avanti rispetto alla svolta a sinistra che conduce, via argine, a Mezzani, subito dopo avere passato il ponte sul Grande Fiume. Alle 23 le fiamme erano ancora molto alte, ma sicuramente si erano sviluppate da quasi un’ora: l’intervento dei Vigili del Fuoco di Parma è stato lungo e paziente, mentre i carabinieri di Colorno hanno osservato le operazioni, cercando di trovare un motivo legato a questo episodio grave.

Non si esclude il danno accidentale, come ha riferito uno dei militari, ma è difficile credere che possa trattarsi solo di questo, per due motivi: in primis il clima, molto umido sulle rive del Po, non favorisce il propagarsi delle fiamme; in secondo luogo il cascinale è disabitato da quasi vent’anni. E’ anche vero, però, che spesso in passato qualche senzatetto ha usato quella struttura come dormitorio. Situazione che ha creato in passato qualche screzio con il proprietario della cascina. Incendio doloso, dunque? Il dubbio è, per lo meno, legittimo.

Resta il fatto che durante la notte le fiamme sono state domate, per un’operazione durata quasi 6 ore. Solo alle prime luci dell’alba, i Vigili del Fuoco, dopo una notte di lavoro, hanno potuto concludere l’intervento. Nel mentre buona parte del tetto è crollata, mentre già alle 23 di martedì era crollato tutto il primo piano, costruito su travi di legno che hanno contribuito a propagare e aizzare le fiamme. Sembrava il set di un film, era tutto vero.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti