Commenta

Esordio in A1 a
19 anni, Agrifoglio:
“Sono soddisfatta”

pomi-allenamento-ev

Nella foto, Agrifoglio con Stevanovic, Zago e Lipicer

Esordire in A1 a diciannove anni non è da tutti. Ci ha provato ottenendo un bilancio positivo la regista della Pomì Casalmaggiore Beatrice Agrifoglio. Con lei, che si è alternata a più riprese con Letizia Camera, che solo da una decina di giorni si allena con la squadra reduce dell’avventura azzurra ai mondiali under 23, stiliamo un bilancio del match inaugurale con la Foppapedretti Bergamo. “La prima stagionale – commenta la giovane regista toscana – è sempre una gara particolare che sfugge a qualsiasi pronostico proprio perché incarna una elevata componente emozionale. La tensione non aiuta certo ed io, come immagino molte delle mie compagne, l’ho avvertita in particolar modo. Devo però dire che tutto sommato sono soddisfatta di come ho saputo controllarmi anche se rivedendo poi la gara mi sono resa conto che in alcune occasioni la mia mancanza di esperienza si è fatta sentire e non poco”. E dal punto di vista della squadra? “Abbiamo fatto bene alcune cose, sotto determinati aspetti dobbiamo viceversa crescere ancora molto, mi riferisco alle palle punto da chiudere a tutti i costi molte delle quali, viceversa, sono state sprecate. Sarebbe bastato veramente poco per indirizzare la gara in altro modo”. Dunque il match inaugurale con le orobiche porta con se importanti insegnamenti. “Senza dubbio, che le cose semplici fanno e faranno la differenza, che l’attenzione durante le azioni può farci fare un grosso salto di qualità e che in A1 non ci si può permettere di perdere la concentrazione nemmeno un minuto altrimenti si viene puniti. Sono convinta che riuscendo a prendere coscienza di questo particolare, come d’altronde sta cercando di farci fare il nostro mister, potremo uscire a testa alta da qualsiasi match ed ottenere vittorie anche con formazioni quotate come quella bergamasca”. A proposito di formazioni quotate domenica vi aspetta il match con le campionesse d’Italia in carica, la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza. “Sarà sicuramente un’altra gara difficile, sarebbe sbagliato pensare di partire favorite solo perché l’abbiamo sconfitta sia in amichevole sia nel torneo Palladium Cup. In quanto campionesse d’Italia cercheranno di farci vedere tutto quello che sanno fare, sarà nostro dovere dimostrare di aver fatto tesoro della lezione con Bergamo e gettare sul campo il meglio delle nostre qualità che a mio avviso sono tante”.

In vista della gara della terza giornata di andata con le campionesse d’Italia della Rebecchi  Nordmeccanica Piacenza la Pomì Casalmaggiore ha programmato per venerdì alle ore 17,00 a Viadana un allenamento congiunto con la Liu-Jo Modena. Con le ragazze di mister Chiappafreddo, che renderanno alle rosa la visita di quindici giorni fa, Lipicer e compagne proveranno ad affinare gli schemi di gioco e soprattutto cercheranno di cimentarsi in un salto di qualità laddove con Bergamo sono emerse delle lacune.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti