Commenta

San Martino, due anni
dopo torna il furto
“della visita medica”

furto-in-casa

Hanno colpito a distanza di due anni nella stessa abitazione di via Gramsci, a San Martino dall’Argine. Ma a fare scalpore non è stato tanto il bottino del colpo (poca roba, tutto sommato: 250 euro circa), quanto la coincidenza singolare che accomuna i due furti.

Ricapitolando: due anni fa la stessa famiglia si era recata all’ospedale maggiore di Cremona ad una visita medica specialistica. Tornando a casa aveva trovato la casa a soqquadro, tanto che a sparire erano stati, oltre ai contanti, anche monili d’oro di grande valore. Da allora la proprietaria dell’abitazione tiene da altre parti i suoi preziosi, proprio per paura che un altro colpo possa prendere di mira la sua casa di via Gramsci.

Dunque gli ori sono al sicuro, ma questo non ha impedito ai ladri di visitare e mettere nuovamente sottosopra la stessa abitazione: è accaduto, appunto, due anni dopo il primo colpo. E, martedì scorso (giorno dell’ultimo furto) come allora, la famiglia si trovava sempre a Cremona, sempre in ospedale, sempre per una visita medica specialistica. Possibile che qualcuno segua i movimenti di questa famiglia? O si tratta solo, a distanza di 24 mesi, di una banale e sfortunatissima coincidenza?

Stavolta, come detto, sono spariti solo 250 euro in contanti, anche se la casa è stata devastata dalla ricerca dei ladri (e magari dalla loro rabbia, dato che hanno trovato poco o nulla). Non è tutto: i malviventi ad un certo punto hanno aperto il frigo e hanno saccheggiato noci, noccioline e anche la bresaola. Tuttavia, hanno lasciato il salame, che era in bella vista. Anche qui una distrazione oppure una scelta precisa? E se fossero musulmani (che, come noto, non mangiano la carne di maiale)? Tutte domande alle quali i carabinieri di Viadana, che hanno ricevuto regolare denuncia, stanno cercando di rispondere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti