Commenta

“Mauri”, il sogno
a X-Factor Israele
comincia sabato sera

mauri-bar_ev

Nella foto Maurizio Scaglioni e la conduttrice Bar Refaeli

Nascita e crescita a Casalmaggiore, un cuore un po’ gitano, voce poliglotta, che ama cantare in italiano, inglese e spagnolo. Avrà anche l’X-Factor giusto? Inizieremo a scoprirlo soltanto sabato sera. Maurizio Scaglioni ha 32 anni e una bella famiglia: ora vive in un kibutz a Tel Aviv, in Israele, è sposato con Liri e ha due bambini, Romeo (un anno e sette mesi) e Ada (quattro mesi). Sabato sera la sua prima sfida verso il mondo dello spettacolo pop sarà l’audizione per entrare al secondo step del programma: ne sono previsti tre (audition, boot camp, home visit), in Israele come in Italia perché il format è internazionale, prima di entrare in finale, che significa nel concreto essere associato ad uno dei maestri-giudici della trasmissione e potere così competere con i migliori dodici per il super premio, un contratto con una casa discografica. “Ebbene sì, tocca a me” spiega Maurizio, per tutti a Casalmaggiore conosciuto come “Mauri” “ed è già bello esserci. Per regolamento non potrò esibirmi con pezzi miei, ma con alcune cover. Non potrò nemmeno suonare, canterò e basta. Ma è un primo passo che voglio affrontare al massimo”.

Esibirsi davanti ad un pubblico, per Mauri, non è mai stato un problema. Lui ha girato prima l’Italia, poi l’Europa, infine il Mondo. “Organizzavo concerti in piazza, partivo a piedi e poi strada facendo trovavo risorse. Più che di organizzazione, parlerei di improvvisazione. Sono partito da Casalmaggiore a 24 anni, lasciandomi alle spalle amici ed esperienze soprattutto in campo musicale. Ho suonato con lo “Zero” (Emanuele Piseri, ndr) da quando avevo 15 anni e onestamente spero di poterlo ritrovare presto. L’Italia? Un po’ mi manca, ho nostalgia e magari con Liri potremmo anche pensare di stabilirci lì”.

La tua storia, però, vede Casalmaggiore esclusivamente come punto di partenza. “Ho viaggiato molto, spesso a piedi, ripeto. Sono stato in Spagna e in Danimarca, ho suonato per strada e nelle migliori piazze europee o lungo i passi marittimi. Un concerto che non dimentico, ad esempio, è quello a Vernazza, alle Cinque Terre, con spettatori improvvisati anche sui balconi delle case. Poi sono stato in Belgio, a Bruxelles, dove ho conosciuto Liri, poi ancora in Spagna, in Toscana e ora eccomi qui, in Israele”.

Ed eccoti, soprattutto, a X-Factor. “E’ un passaggio, una prova. Quando inizi non puoi avere la presunzione di vincere. Il mio vero sogno è piuttosto continuare a fare concerti, magari proprio in Italia. Canto e scrivo canzoni in italiano, spagnolo e inglese e ho alle viste un album che sarà un mix di lingue, comunque vada a X- Factor”.

Dove Mauri avrà l’onere e l’onore conoscere la super top model Bar Refaeli, già ospite a Sanremo nel 2012, conduttrice del programma, che ha stabilito alla sua prima puntata un picco del 40% di share con 1,1 milioni di spettatori (record mai registrato per un programma musicale in Israele). Peraltro su Youtube sono ben 300mila le visualizzazione delle puntate precedenti.

E per chi da Casalmaggiore volesse fare il tifo? Per gli aggiornamenti vi rimandiamo al profilo facebook di Maurizio Scaglioni (“Mauri”, rintracciabile all’indirizzo https://www.facebook.com/pages/Mauri/209469435895269) oppure su youtube digitando “Scaglioni Maurizio”. O ancora, terza opzione, non resta che attendere che la puntata di sabato 16 novembre venga caricata sempre su youtube.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti