Commenta

A “Chi l’ha visto?”
novità su scomparsa di
Maria Angela Albertoni

albertoni-chi-lha-visto-ev

La scomparsa della 60enne Maria Angela Albertoni torna d’attualità e lo fa in diretta televisiva, come già accaduto in passato, nel corso della puntata di mercoledì sera della trasmissione “Chi l’ha visto?”, in onda su RaiTre e condotta dalla giornalista Federica Sciarelli.

In tantissimi hanno scritto alla trasmissione, che ha approfondito il presunto legame nato sui social network tra tra la donna di Acquanegra sul Chiese e un uomo che si cela dietro il nickname di ‘Conte Furbetto’. Svelato al pubblico nella puntata di una settimana prima, il personaggio misterioso ha cambiato il proprio profilo Facebook: da angelo della morte a ‘Il Principe Buono’. Una pagina, la sua, piena di seguaci adoranti. Dal suo profilo era partita la richiesta di amicizia verso Maria Angela Albertoni. Al sedicente ‘Principe’, i giornalisti di “Chi l’ha visto?” hanno inoltrato alcune domande sulla scomparsa, sollecitate anche dall’amica della 60enne, Olga Rossi.

Più delle onde dell’Oglio, sulle sponde del quale si erano concentrate le prime ricerche che lasciavano temere il peggio, a preoccupare amici e parenti della donna sarebbero le onde virtuali del web, che Maria Angela aveva iniziato a navigare con molta frequenza nel periodo immediatamente precedente la sua scomparsa. La stessa sorella Annamaria ha manifestato alla trasmissione tutte le sue preoccupazioni: si teme infatti che la donna si sia lasciata influenzare da qualche suo amico di Facebook.

Ma è proprio lo stesso ‘Conte Furbetto’ a farsi vivo nel corso della puntata: l’uomo, di cui “Chi l’ha visto?” già possiede tutte le credenziali, ha telefonato in diretta e si è scagliato contro la conduttrice Sciarelli e contro la trasmissione, rei di aver mostrato la sua pagina Facebook in tv. L’uomo, che ha dichiarato di non ricordare di aver chattato con Maria Angela Albertoni, ha aggiunto che non entrava nel suo profilo da circa un anno. Alterato, l’uomo ha anche minacciato querele.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti