Commenta

Viadana, l’Udc risolve
il rebus dei capigruppo:
espulso Domenico Ferreri

ferreri-viadana-ev

Nella foto, Domenico Ferreri e il municipio viadanese

Da alcuni mesi la politica viadanese ha vissuto un’altalenante attribuzione di ruoli. Domenico Ferreri si è dichiarato tenacemente attaccato al ruolo di capogruppo che gli era stato assegnato, nonostante le divergenze attribuitegli e Nicola Conte che invece ne avrebbe dovuto raccogliere l’eredità. In mezzo il vicesindaco Dario Anzola che attendeva alla finestra l’esito della lunga diatriba.

Alla fine i tenaci dirigenti dell’Udc hanno risolto il rebus. Venerdì mattina il segretario provinciale dell’Udc di Mantova, Carlo Bottani, ha confermato di essere giunto a prendere quella decisione ufficiale che da mesi si attendeva: il consiliere comunale  Domenico Ferreri, con la qualifica di capogruppo unico (come amava sottolineare in ogni suo documento) non fa più parte del movimento.

La notizia è uscita venerdì mattina in via Vanoni, all’interno delle scuole dov’era attesa la visita del sottosegretario all’Istruzione Gian Luca Galletti. E c’è da ammettere che la rivelazione ha un po’ tolto l’attenzione alla visita della pur importante carica istituzionale perchè l’espulsione di Ferreri toccava molto più da vicino le infinite polemiche e le battaglie attorno alle questioni più importanti della vita amministrativa viadanese. Con la conseguente creazione anomala e probabilmente unica in Italia di due figure contemporaneamente capigruppo dell’idc in seno allo stesso consiglio comunale, Domenico Ferreri e Nicola Conte che gli era subentrato.

Con difficoltà anche da parte del presidente del consiglio comunale Gabriele Oselini, spesso chiamato a derimere controversie infinite cercando di sbrogliare quella matassa ingarbugliata. Adesso il rebus dovrebbe essere risolto con le carte in mano, in particolare quelle scritte dal collegio regionale dei probiviri, che certificano l’espulsione di Ferreri dall’Udc.

Il motivo? Bottani dice che si farà una conferenza stampa per spiegarlo anticipando comunque che la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato il voto contrario del capogruppo al bilancio comunale.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti