Commenta

Salta il consiglio,
M5S e Noi Ambiente
respingono le accuse

consiglio-viadana_ev

Non poteva non fare discutere la chiusura anticipata del consiglio comunale di martedì sera a causa della mancanza del numero legale. A cantare vittoria, seppur con toni pacati che mirano soprattutto a uno sviluppo dei progetti futuri, sono il Movimento 5 Stelle di Viadana con i firmatari Valeria Malerba e Stefano Capaldo, e l’associazione Noi Ambiente Salute, con il portavoce Luigi Gardini.

“Il M5S e l’Ass. Noi Ambiente e Salute” si legge nel comunicato “esprimono apprezzamento per la decisione della maggioranza del Consiglio Comunale (maggioranza e minoranza) di abbandonare l’aula al momento del voto sul progetto “Cittadella della Salute” rivendicando il mancato coinvolgimento degli stessi consiglieri e la poca informazione verso i cittadini sul progetto, sui finanziatori e sui soci delle società coinvolte nel progetto della struttura sanitaria privata.

Si chiede cortesemente alla Giunta Comunale di applicare l’ART. 2 dello Statuto Comunale : “…. Il Comune assicura la partecipazione dei suoi cittadini, singoli e associati, alle scelte e alle attività della comunità. A tal fine, persegue la collaborazione e la cooperazione con i cittadini, nonché, nelle materie di loro interesse, con le forze sociali, economiche, sindacali e culturali…”. Ribadiamo come su opere di importanza rilevante, sia fondamentale ascoltare la voce dei cittadini, nei modi, strumenti e tempi più congeniali all’amministrazione”.

Poi la vis polemica si accende, con riferimento al primo cittadino. “Si respingono le accuse del sindaco Penazzi che sempre più si considera unico custode della verità e della competenza amministrativa a Viadana e che percepisce sempre come attacchi alla sua Amministrazione anche le proposte di buon senso. Viadana è di tutti i cittadini viadanesi, compresi coloro che desiderano essere parte attiva del proprio territorio.

Infine si contesta l’espressione utilizzata dal sindaco in cui definisce il M5S e l’Ass. Noi , Ambiente e Salute quelli “del no a tutti costi”. I due gruppi non si sono mai espressi in questi termini. Invitiamo il sindaco a rileggere la versione integrale del comunicato sul sito del M5S, nel quale traspare chiaramente come i due gruppi chiedano che ad esprimersi siano anche i cittadini e nel quale si propone di spostare la “Cittadella della Salute” nei locali dell’Ospedale Vecchio, situato in una zona strategica e più facilmente raggiungibile dai cittadini. Si attendono comunicazioni su come l’amministrazione e i promotori vogliano informare ed ascoltare le proposte dei cittadini sul progetto “Cittadella della Salute”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti