Commenta

Casalmaggiore, 10mila
euro per un progetto
contro il femminicidio

municipio-comune-casalmaggiore-ev

Un finanziamento da 10mila euro, il massimo possibile per il bando regionale specifico, è stato assegnato al progetto presentato dal comune di Casalmaggiore, che farà da capofila assieme ad altri sette partner. Il bando “Progettare la parità in Lombardia 2013” è stato proposto come ogni anno dal Pirellone e punta a finanziare progetti sulle Pari opportunità: in tal senso l’assessore alla partita di Casalmaggiore Paola Daina spiega che “stavolta non si mirerà soltanto a sensibilizzare e informare, ma si punterà in particolare a prevenire il fenomeno del femminicidio e della violenza sulle donne”.

Proprio questo infatti è il tema centrale. “Lavoreremo con le scuole, attivando seminari, laboratori e incontri” spiega Paola Daina “e lo faremo assieme alle associazioni Mia e Aida di Cremona, alla Caritas Diocesana di Cremona, all’associazione Donne senza frontiere e a tre istituti scolastici, come la Fondazione Santa Chiara, il Polo Romani, entrambi di Casalmaggiore, e l’Einaudi di Cremona. I 10mila euro costituiscono il massimo ottenibile tramite il bando”.

Il programma è ancora top secret. “Stiamo definendo un cronoprogramma di sviluppo del progetto” precisa Daina “e attorno a metà gennaio saremo pronti con la conferenza stampa di presentazione. L’intenzione comunque è di preparare laboratori in particolare all’interno delle scuole per fare prevenzione sul tema della violenza contro le donne. La conoscenza del fenomeno è già evidente, ora vogliamo provare ad agire e a farlo partendo dai più giovani”.

Le riunioni preliminari sono imminenti e si terranno nei prossimi giorni: il bando era stato presentato dalla Regione a metà ottobre 2013, mentre la risposta, positiva per Casalmaggiore e per gli enti coinvolti, è arrivata alla fine di dicembre.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti