Commenta

Casa Zani, l’inaugurazione
a luglio con il nuovo
International Festival

casa-zani-ev

Se è assodato che Casa Zani, mediante un atto notarile, diverrà ufficialmente patrimonio del comune di Casalmaggiore a giorni, e comunque entro la fine del mese di gennaio, va detto che l’inaugurazione vera e propria si terrà molto probabilmente a luglio. Un periodo, quello estivo, che per Casalmaggiore sarà segnato dalle nuove elezioni amministrative ma soprattutto, in ottica culturale, dal ritorno dell’International Festival, che giungerà nel 2014 alla maggiore età, dato che si tratterà proprio della 18esima edizione.

Il connubio tra Casa Zani e la musica, o meglio più in generale la cultura, è stato da subito messo in chiaro dal Maestro Giacomo Zani, che ha donato la propria villa in stile liberty proprio a questa condizione, ovvero che potesse diventare un teatro di concerti o di seminari per i giovani e per chiunque voglia avvicinarsi all’arte e alla cultura in tutti i sensi.

Ecco perché, per bocca di Angelo Porzani, presidente dell’associazione Amici del Casalmaggiore International Festival, l’idea è proprio quella di celebrare questo storico dono con un grande concerto nello splendido giardino di Casa Zani. Il Festival, per inciso, si aprirà il 7 luglio e si concluderà il 27 (le date sono state rese note sul sito dedicato all’evento). Ecco allora che non è difficile ipotizzare che Casa Zani potrà ospitare il suo primo concerto ufficiale proprio il 7 luglio: nessuno conferma, infatti, per ora, ma l’intenzione sembrerebbe proprio quella di aprire il Festival, sin qui inaugurato nello spiazzo all’aperto del Museo Diotti, nella villa di via Repubblica.

In questo caso l’inaugurazione sarebbe doppia, sia per Casa Zani che per il Festival, con tutti i crismi dell’attesa che un evento di così alto spessore come la kermesse musicale casalese merita. Il modo, pardon il luogo migliore, per il Festival per diventare maggiorenne.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti