Commenta

Accordo Consorzio-Isa,
a Rivarolo investimento
da 12 milioni di euro

bellantonio-vaia_ev

Nella foto Bellantonio e Vaia

RIVAROLO DEL RE – La partnership tra Isa Spa, l’Istituto sviluppo agroalimentare Spa (società finanziaria del Ministero delle politiche agricole e forestali), e il Consorzio Casalasco del Pomodoro (leader nella trasformazione del pomodoro da industria) ha consentito, nei giorni scorsi, la finalizzazione di un accordo per lo sviluppo e il rafforzamento di strategie produttive e commerciali dell’azienda sia in Italia che all’estero.

L’operazione, che prevede un intervento nel capitale per complessivi 12 milioni di euro da parte di Isa, oltre a rafforzare l’assetto patrimoniale della cooperativa consentirà di attuare un ulteriore piano di sviluppo di crescita dei prossimi anni. L’intervento finanziario di Isa è avvenuto a condizioni di mercato ed ha ottenuto il nulla osta dalla Commissione Ue lo scorso 17 luglio.

L’azienda casalasca prevede investimenti per l’ampliamento, il potenziamento e l’ammodernamento delle strutture produttive, con particolare riferimento alla riorganizzazione dell’attività di trasformazione del pomodoro fresco presso gli stabilimenti di Fontanellato e di Rivarolo del Re.

«Quest’operazione – commenta Costantino Vaia, direttore generale del Consorzio Casalasco del Pomodoro – ci permetterà di sostenere un’ulteriore fase di sviluppo della nostra cooperativa attraverso progetti mirati che siano non solo al passo con le attuali logiche di mercato ma che valorizzino ulteriormente le nostre produzioni e la nostra filiera».

«Considero – dichiara Walter Bellantonio, direttore generale di Isa – la partecipazione di Isa nel Consorzio Casalasco un eccellente esempio del sostegno che occorre alla filiera del pomodoro per incrementare in modo tangibile la competitività in Italia e all’estero; l’operazione infatti ha a cuore la filiera tout court, dal beneficio dei soci cooperatori al rafforzamento di un marchio forte e distintivo».

È innegabile del resto come il settore del pomodoro da industria italiana ricopra un ruolo strategico nell’agroalimentare mondiale. L’Italia è infatti il secondo produttore di pomodoro da industria nel mondo e proprio per il suo peso strategico quest’anno, a giugno sul lago di Garda, sarà sede del Congresso Mondiale ospitando delegazioni di esperti da ogni parte del mondo. Consorzio Casalasco anche in quest’occasione sarà protagonista essendo il main sponsor della manifestazione. In prospettiva anche l’attesissimo Expo 2015 di Milano, che sarà basato proprio su tematiche legate all’alimentazione della popolazione mondiale con il tema “Nutrire il Pianeta”, vedrà la partecipazione del Consorzio Casalasco.

Se del Consorzio Casalasco sappiamo ormai tutto, ecco chi è Isa: si tratta della la società finanziaria, con socio unico il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (MIPAAF), che promuove e sostiene il settore agroindustriale attraverso tre principali linee di intervento: 1) operazioni di finanza agevolata 2) operazioni di finanza a condizioni di mercato 3) supporto alle iniziative di sviluppo delle filiere promosse dal Ministero.

Investitore istituzionale focalizzato sull’agroindustria, ISA sostiene finanziariamente progetti di sviluppo industriale che comportino, come ricaduta indotta, un miglioramento strutturale dei livelli di reddito dei produttori agricoli. La Società è partner di importanti iniziative localizzate sull’intero territorio nazionale e, in coerenza con il proprio indirizzo strategico, intende coniugare le logiche proprie del mercato finanziario con quelle del settore agroindustriale, favorendo processi di aggregazione tra le imprese e agendo in una logica unitaria di sistema.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti