Commenta

“Beng beng” Pomì,
ok in amichevole col
Rovigo dell’ex Nardini

pomi-beng-ev

Nella foto, Pomì e Beng sul parquet del PalaFarina di Viadana

POMI’ CASALMAGGIORE – BENG ROVIGO 4-0 (25-22, 25-23, 25-21, 15-9)

Pomì: Camera, Zago 12, Lipicer 17, Gennari 6, Stevanovic 9, Aguirre Perdomo 3, Quiligotti (L), Agrifoglio, Olivotto 5, Aguero, Grazietti 1, Bacchi 6, ne Sirressi, ne Aguero. All.: Beltrami-Bolzoni

Beng: Peluso 1, Agostinetto 19, Pistolato 7, Crepaldi 4, Nardini 5, Kotlar 7, Giacomel (L), Cervella (L), Rossini 7, Agostini, Aluigi 3, Cheli 3, ne Brusegan. All.: Ferrari-Pantiglioni

Note: spettatori 50, durata set 24’, 23’,  23’, 12’ totale 82’. Aces: Pomì 4, Beng 4. Battute sbagliate: Pomì 9, Beng 14.Muri: Pomì 10, Beng 5. Ricezione:  Pomì 61% (prf 44%), Beng 61% (prf 38%).

VIADANA – Inizia con un bouquet di fiori consegnato dal dirigente Ghidorzi all’ex Nardini l’amichevole tra Pomì Casalmaggiore e Beng Rovigo. Sul campo è subito buona Beng con Agostinetto in gran spolvero a segno quattro volte per il primo vantaggio veneto (1-4). Due errori in battuta delle ospiti, un punto di Lipicer e un pallonetto di Stevanovic riportano in equilibrio il set. La Pomì, che schiera nel ruolo di libero Quiligotti al posto dell’infortunata Sirressi, ingrana e con la capitana e la centrale serba allunga sul 6-4. Capovolgimento di fronte con Agostinetto micidiale in battuta e Pistolato che issano Rovigo sul 7-10. Comanda sempre la formazione rodigina sul 10-13. Passa da Zago e Gennari la risalita delle rosa che agguantano il pari (14-14) dopo errore in attacco da posto quattro di Agostinetto. Sale di potenza l’attacco di Casalmaggiore che varca la metà del set avanti 17-14 dopo muro di Aguirre. Due errori in attacco delle rosa riortano in corsa la Beng sul 20-18 ma rimette le cose apposto Stevanovic andando a segno dalla battuta (22-19). Un’infrazione a rete della Beng regala alla Pomì il punto numero ventitré, quindi Lipicer va a segno per il 24-20, il set si chiude con un errore dai nove metri di Peluso. Si apre nel segno dei due opposti Agostinetto e Zago (due punti a testa) il secondo set che fa segnare un sostanziale equilibrio. Nella fila ospiti gioca al centro Cheli per Kotlar mentre Rossini rileva Pistolato, non si registrano cambi per la Pomì.  Prova a scappare la squadra di Beltrami sul sull’11-9 ma due punti di Agostinetto, uno a muro e un ace fortunoso riportano in parità le venete (11-11). Scatta il momento di Agrifoglio che rileva Camera a metà set, Rovigo lotta in tutti gli scambi e la Pomì fatica a staccarla. Rimane di un punto il vantaggio delle rosa nel finale sul 23-22, Zago mette a terra la pipe del set-point, chiude Lipicer sfruttando le mani alte del muro. Nel terzo set spazio a Bacchi per Gennari nelle fila Pomì, Rovigo ripropone Pistolato per Crepaldi e Kotlar per Cheli. Scatta subito 5-2 la squadra casalasca e poi 7-5, ma la Beng Rovigo ottiene la parità  (8-8) dopo muro di Kotlar su Bacchi. L’ingresso di Olivotto dà linfa vitale alle rosa, subito due punti per la centrale trentina che valgono il 10-8. Rovigo è costantemente incollata alle casalasche nel punteggio che dopo l’errore al servizio di Olivotto segna 17-17. La correlazione muro-difesa, con Quiligotti sopra le righe, viene in soccorso alla Pomì che guadagna un discreto margine di vantaggio arrivando sul 24-21 e chiude con Olivotto. A risultato acquisito le due squadre si accordano per la disputa di un quarto set che offre alla Pomì la possibilità di schierare Grazietti per Zago e alla Beng di confermare Aluigi, entrata già nel set precedente, riproporre Crepaldi in posto quattro e dare spazio in cabina di regia ad Agostini. A prevalere è ancora una volta la Pomì 15-9 con gran muro finale di Olivotto. Alla fine qualcuno avrebbe sperato di vedere in campo anche Tai Aguero ma per l’italo-cubana ci saranno sicuramente presto altre occasioni.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti