Commenta

Furti in pieno giorno
a Casalmaggiore:
rubati ori e gioielli

furto-tentolini-ev

Nella foto, i coniugi Tentolini mostrano i segni lasciati dai ladri

CASALMAGGIORE – Due furti in un paio di case, una di fronte all’altra, effettuati con la medesima tecnica venerdì pomeriggio a Casalmaggiore. Dalle impronte di scarpe lasciate sulla facciata esterna delle abitazioni non è stato difficile comprendere che i ladri si sono introdotti arrampicandosi sui canali di scolo arrivando alla finestra del secondo piano il cui vetro è stato infranto con un colpo di cacciavite.

Uno dei due ‘colpi’ è stato effettuato ai danni dell’appartamento di Riccardo Tentolini ingegnere informatico presso la Sadepan di Viadana, assente con la famiglia nell’orario in cui è avvenuta l’intrusione tre le ore 18 e le 19. Ad accorgersi di quanto era successo è stata la moglie, salendo le scale che dal garage conducono all’appartamento: “Mi sono subito accorta di una porta interna che io non avevo lasciata aperta”, ha raccontato Simona Marcheselli dipendente dell’Ospedale Oglio Po. “Poi ho visto il vetro rotto nella stanza dei bambini e li mi è venuta un po’ di paura pensando che i malviventi potevano trovarsi ancora in casa”. Invece dopo aver rovistato nei vari cassetti in camera da letto e trafugato un collier d’oro ancora conservato nella sua scatola originale se ne sono andati per la stessa strada da cui erano venuti, cioè scendendo dalla parete avvinghiati al canale dell’acqua.

Prima di abbandonar la zona si sono introdotti con la medesima tecnica nell’appartamento del condominio di fronte passando dal balcone al terzo piano. Anche qui sono stati rubati oro e gioielli di valore. Secondo Riccardo Tentolini i ladri per portar a segno questo tipo di furti si servirebbero di uno strumento particolare, una specie di metal detector che permette loro di individuare subito la presenza nella casa di metalli di valore.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti