Commenta

Calcio Oglio Po,
è ancora derby time,
stavolta a Gussola

gol-preso-casalese-ev

Tornano in campo i team calcistici dell’Oglio Po (tre su dieci ad appena quattro giorni di distanza dal recupero infrasettimanale) ed è ancora tempo di derby, che si gioca sempre nel girone J di Seconda ma questa volta a Gussola, dopo lo 0-0 di domenica scorsa tra Martelli e Rivarolo.

Andiamo però con ordine: in Promozione Emilia sembra di scrivere la solita premessa di “Aspettando Godot”. La Casalese ha fallito anche domenica scorsa ed è stata superata dal Soragna: se il campionato finisse oggi la Casalese giocherebbe proprio coi parmensi i playout, ma avrebbe il doppio pareggio a sfavore. Insomma, occorre metterci una pezza: in casa contro il Montecchio (settimo posto e dunque tranquillità massima, non essendoci i playoff in Emilia) sembra lo stesso spartito, sulla carta, della sfida di domenica scorsa alla Castelnovese. Si spera che almeno l’esito possa essere diverso.

Discorso molto diverso per il Viadana, che in Prima Emilia va a giocare sul campo del San Prospero Correggio, dietro in classifica rispetto ai canarini ma protetto dal fattore campo: un manto oratoriale dove il gioco arioso di Boni potrebbe faticare a dispiegarsi. L’occasione però è ghiotta: il Viadana si trova a 30 punti e con 4 lunghezze in più potrebbe migliorare lo score dello scorso anno. Meglio cominciare a darsi da fare per poi giocare da qui alla fine a cuor leggero.

Sempre in Prima, ma passiamo in Lombardia, Angelo Mantovani ha incassato la fiducia della società, che ha assecondato la sua richiesta di essere affiancato da Galafassi: in casa contro il Pescarolo, però, per il Pomponesco è davvero l’ultimissima spiaggia. I cremonesi (a 4 punti) sono al momento il primo team in salvo: vincere significa accorciare a -1 proprio dalla salvezza, perdere significherebbe sprofondare a -7 e il pareggio servirebbe a poco. Patti chiari, insomma. Il Psg, invece, gioca il derby targato Cr in casa contro la Leoncelli: i vescovatini sono in lieve calo dopo un gran girone d’andata, ma sono comunque un team attualmente in zona playoff, dunque temibile. Maglia arriva alla sfida nel miglior periodo di forma del campionato e recupera qualche squalificato.

Seconda categoria, è ancora derby-time: GussolaMartelli vale molto per entrambe le squadre anche se le motivazioni sono diverse. All’andata finì 3-3 a Piadena, ma da allora Cappelli ha aggiustato la difesa, mentre Terrera fatica ancora a tenere imbattuta la propria retroguardia. Il Gussola gioca per mantenere il terzo posto, la Martelli per stare lontana dai playout (con Olmese-Marini in programma, fare punti significherebbe fare un bel salto avanti). Nello stesso girone altro big match è Rivarolo-Robecco: prima e quarta della classe a confronto, ma soprattutto due team ancora imbattuti nel ritorno. Osservano con interesse il Castello Ostiano (che nel ritorno non ha ancora vinto ma dovrebbe farcela contro il Persico Dosimo) e lo stesso Gussola.

Dopo la doppia batosta di mercoledì, che ha allontanato a 4 e 5 punti la vetta, Dosolo e San Matteo sono invece attesi da due turni sulla carta soft: il Dosolo va in casa dell’Olimpia ultimo in classifica e quasi rassegnato. Una squadra con pochissime chance di salvezza e dunque possiamo dire che il vero avversario del Dosolo è il Dosolo stesso. Troppi i punti buttati al vento contro le piccole a fronte di un ottimo score con le big (recupero perso con lo Sporting a parte): ecco perché la sfida alla maglia nera nasconde comunque insidie. Per il San Matteo, invece, l’impegno è in casa con la Poggese, squadra imprevedibile, capace di imprese con le big ma anche di incassare molti gol. Non sarà una passeggiata come all’andata quando finì 4-0 per l’undici di Beltrami, ma i tre punti sono necessari.

In Terza categoria, infine, la Cannetese gioca a Volta Mantovana contro la Voltesi del bomber Daidone, da sempre prolifico in questa categoria: locali favoriti, i rossoblu vengono però da un ottimo avvio di girone di ritorno, dal quale hanno spremuto quattro punti contro due team degni dei playoff. Perché non proseguire sulla retta via e sorprendere ancora il pronostico?

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti