Commenta

Al Teatro Vittoria
giovedì Paolo Cevoli
è il sosia del Duce

Cevoli-al-Vittoria-ev

VIADANA – Che a “lui” assomigli, non vi è dubbio, tanto che nei suoi celebri sketch ha giocato molto l’imitazione mussoliniana sia nel look che nell’eloquio. Paolo Cevoli entra decisamente nel personaggio presentando, giovedì 27 febbraio alle ore 20,45 al Teatro Vittoria di Viadana, lo spettacolo “Il sosia di lui”, dove lui è ovviamente Benito Mussolini, e il sosia è Paolo Cevoli. In realtà sul palco Cevoli interpreta non il Duce ma il suo sosia, un meccanico scambiato per “lui”.

La trama. Dopo pochi minuti, dalla cabina di pilotaggio, esce un uomo. Camicia bianca, cappello da marinaio, mascella volitiva. Mussolini Benito. Venuto a Riccione per ricongiungersi con la sua famiglia e trascorrere qualche giorno di riposo nella villa di proprietà. La folla è in delirio. Il meccanico di bordo però ha notato che uno dei motori Fiat A24R ha qualche problema. Viene chiamato un meccanico locale. Pio Vivadio detto Nullo. Di professione meccanico. Figlio di enne-enne allevato dalle suorine. Di fede politica anarchica. Di carattere ribelle. Mentre sta lavorando sul motore ingolfato, due bambini lo scambiano per il loro papà. Sono Romano e Annamaria Mussolini. Figli numero quattro e cinque di Rachele e Benito Mussolini. Anche un gerarca fascista, membro dell’OVRA, la potentissima polizia segreta, si accorge di questa somiglianza. Arresta il meccanico Vivadio e lo trasforma nel sosia del Duce….

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti