Commenta

“La grande bellezza”
con Dario Cantarelli
trionfa agli Oscar

cantarelli-ev

Nella foto, un frame del film “La grande bellezza” e a destra Dario Cantarelli

Da “La vita è bella” a “La grande bellezza”, quindici anni dopo il capolavoro di Roberto Benigni, l’Italia torna a vincere il premio Oscar nella categoria miglior film non in lingua inglese. Il massimo riconoscimento in ambito cinematografico è stato consegnato a Hollywood a Paolo Sorrentino, regista che nel cast della premiata pellicola già vincitrice di un Golden Globe si è avvalso del lavoro di un attore di Isola Dovarese: Dario Cantarelli.

Sorrentino ha ringraziato Talking Heads, Federico Fellini, Martin Scorsese e Diego Armando Maradona, sue fonti di ispirazione. Il regista ha ritirato il premio insieme al suo attore feticcio, Toni Servillo, protagonista del film che Sorrentino non ha dimenticato di ringraziare, al pari dell’intero cast di attori: tra questi, vi è anche Dario Cantarelli, che ha portato un po’ di “cremonesità” fino all’Oscar. Quella per “La grande bellezza” è la statuetta per miglior film straniero numero tredici vinta da una pellicola italiana: nel complesso, una in più della Francia. Il primo film premiato fu “Sciuscia’” di Vittorio De Sica, nel 1947. Sessantasette anni dopo, anche Isola Dovarese e Cremona festeggiano il loro primo Oscar: grazie al poliedrico Dario Cantarelli.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti