Commenta

Furto Vecchia Roma,
il ladro 21enne
si costituisce ai CC

caserma-cc-Casalma-ev

Nella foto, la caserma dei Carabinieri di Casalmaggiore

CASALMAGGIORE – E’ uno dei locali più longevi e più frequentati sul suolo casalese, ma non per questo è stato risparmiato dall’ondata di furti che non accenna a placarsi nella zona Oglio Po. Parliamo del ristorante pizzeria Vecchia Roma di Casalmaggiore, sito in via Nino Bixio e da sempre gestita dalla famiglia Falcone. Il furto, presumibilmente, è da collocarsi attorno alla mezzanotte di mercoledì, giorno di chiusura settimanale della pizzeria. La brutta notizia è che sono spariti quasi 700 euro; la possibile buona notizia è che i carabinieri stanno lavorando su indizi abbastanza precisi e dunque non brancolano nel buio.

Come detto, il fatto si compie tra mercoledì e giovedì, attorno alla mezzanotte: i vicini (la Vecchia Roma sorge al piano terra di un condominio) sentono infatti un grande rumore, come di un vetro sfondato, proprio a quell’ora. Ma sul momento nessuno ci fa caso: non si immaginano, infatti, che un malintenzionato ha appena divelto, probabilmente con l’aiuto di un crick, le inferriate e spaccato il vetro, peraltro doppio, che porta al salone principale del locale, giusto davanti al forno per cucinare le pizze, dove ogni giorno Enzo Falcone e il figlio Luca sfornano prelibatezze.

Il ladro, stando ad una prima ricostruzione, apre poi la finestra, inserendo il braccio dalla fessura creata rompendo il vetro ma questa mossa, molto probabilmente, gli è fatale: il malvivente riesce infatti a entrare e a rubare tutti i contanti che trova, il fondocassa, di fatto. In totale 6-700 euro circa, tutti divisi in monetine e in banconote da 5 o 10 euro, ossia la scorta per poter dare il resto ai clienti che ogni ristorante tiene da parte all’occorrenza.

Il punto però è che il ladro, entrato e uscito da quella finestra, dunque dal lato opposto rispetto all’ingresso principale, nella manovra si taglia la mano e un po’ di sangue rimane lì. Non solo: il malvivente infatti si sarebbe recato all’ospedale Oglio Po di Vicomoscano per farsi medicare. Un particolare che ha portato nelle scorse ore, su segnalazione dello stesso Enzo Falcone che ha ritrovato le tracce di sangue vicino alla finestra, ad una collaborazione stringente tra i carabinieri e il nosocomio casalese. Un dettaglio non di poco conto, che anzi potrebbe portare ad un risultato concreto nelle prossime ore, confrontando gli interventi del pronto soccorso di Vicomoscano. Anche se al momento, in caserma, non si parla ancora né di arresti né di fermi.

AGGIORNAMENTO SABATO ORE 12,40 – Era ormai accerchiato, e su consiglio degli avvocati ha deciso di costituirsi, cosicché in extremis ha evitato l’arresto. L’autore del furto alla Pizzeria Vecchia Roma è un 21enne che vive a Casalmaggiore ed è originario della Sicilia. Il ragazzo, che ha precedenti specifici, è stato (ben) consigliato dai legali cui si era rivolto, Mauro Nicoli ed Elisa Carpi, che hanno lo studio in via Cairoli. Sulle tracce dell’uomo, dopo che si era recato in ospedale per un taglio rimediato in occasione del furto, erano ormai i Carabinieri, ai quali si è costituito. Dopo la confessione, il 21enne si è reso anche disponibile a restituire la refurtiva, e grazie alle attenuanti che gli sono state riconosciute ha potuto evitare l’arresto ed ora è a casa, non essendo stato colpito da alcun provvedimento cautelare in attesa di essere processato.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti