Commenta

Vasto incendio divampa
in via Cavallotti a
Viadana, pieno centro

incendio-Viadana-ev

Nella foto, l’incendio nel porticato di via Cavallotti

VIADANA – Un vasto incendio è divampato nel tardo pomeriggio di mercoledì in pieno centro a Viadana, a soli 100 metri dal Municipio. Le fiamme si sono sviluppate, provocate da un corto circuito al compressore del frigorifero della macelleria, attorno alle ore 18 nella macelleria equina Caleffi che si trova sotto i portici di via Felice Cavallotti, e in brevissimo tempo le colonne di fumo si sono rese visibili a diversi chilometri di distanza. Dopo uno scoppio iniziale, che ha subito allertato anche i vicini, le fiamme hanno coinvolto prima la macelleria, poi il fumo ha abbracciato il porticato e pesanti danni dovrebbe avere subito anche l’ufficio del notaio Chizzini, che si trova proprio sopra la macelleria.

Tutti i danni sono ovviamente ancora da valutare, quel che è importante è che i due titolari della macelleria sono riusciti a scappare dal negozio, dopo avere inizialmente provato a spegnere le fiamme con un estintore, appena l’incendio è divampato, ed anche il notaio li ha imitati. Sembra, ma il condizionale è d’obbligo, che i tre abbiano riferito che al momento della loro fuga non si trovavano nei locali altre persone. Tre persone (tra cui i due titolari della macelleria) sono state comunque condotte all’ospedale per accertamenti, ma pare che le loro condizioni non siano gravi: i medici del 118 hanno infatti riferito che non vi erano sintomi da intossicazione, dunque escluderebbero complicazioni.

Sul posto in breve tempo si sono portate tre ambulanze, una auto medica, due auto dei Carabinieri, una della Polizia Municipale e tre mezzi dei Vigili del Fuoco. Sul luogo del sinistro sono giunti anche il sindaco Penazzi, tanti assessori (il primo è stato Nicola Federici, che si trovava in zona a fare jogging) e consiglieri comunali e soprattutto centinaia di viadanesi che si sono riversati soprattutto nella limitrofa piazza Manzoni. Molti hanno postato la notizia, con foto, su Facebook, dando il via ad un vasto tam tam che ha condotto nuova gente in piazza. I vigili del fuoco hanno impiegato poco tempo a domare le fiamme, ma il vero problema è dato dal fumo che, “schiacciato” dal porticato, fatica notevolmente a salire, creando un odore acre in tutta la zona. Per questo motivo la piazza è stata transennata dalla polizia locale, che dovranno ora mettere in sicurezza la zona assieme alle altre forze dell’ordine presenti.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti