Commenta

Cingia dè Botti,
rapina o mitomania?
Carabinieri indagano

carabinieri-auto-notte-ev

CINGIA DE’ BOTTI – Vittima di una rapina effettiva oppure mitomane? E’ questo il dubbio che attanaglia in queste ore i carabinieri della stazione di Solarolo Rainerio, che hanno subito informato del fatto i colleghi della caserma di Casalmaggiore, in merito ad una strana denuncia raccolta a Cingia dè Botti nel tardo pomeriggio di venerdì, attorno alle 19.

Un uomo, le cui generalità non sono state rese ancora note, in attesa di approfondimenti da parte delle forze dell’ordine, ha infatti chiamato i militari sotto choc, spiegando di essere stato rapinato da due malviventi, che avrebbero agito con un coltello, costringendo così l’uomo a consegnare il contante che aveva nel portafoglio. Il fatto sarebbe avvenuto in strada, all’incirca all’ingresso del comune di Cingia, provenendo da Casalmaggiore.

Stando alla testimonianza dell’uomo, i malviventi (non si sa se due o più) sarebbero fuggiti a tutta velocità lungo la via Giuseppina a bordo di un’automobile vecchio modello. Tuttavia la ricostruzione non avrebbe convinto a pieno i carabinieri, che stanno indagando in zona, raccogliendo testimonianze che al momento evidenziano incongruenze. Rimane dunque il dubbio, che potrebbe essere dissipato solo nelle prossime ore, a seguito di indagini più approfondite da parte dell’Arma. In casi come questo meglio agire con la massima cautela.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti