Commenta

Piadena, faccia a faccia
coi ladri mentre
rassetta il letto

carabinieri-auto-2-ev

PIADENA – Ancora un tentato furto a Piadena, ancora in via Mascagni, già al centro delle cronache un paio di settimane fa quando malviventi entrarono in un’abitazione convinti di non trovare nessuno e, sorpresi, cercarono poi di accoltellare il proprietario nella fuga. Stavolta l’evento non è stato così grave, ma per la padrona di casa, F. G. classe 1936, che si è trovata di fronte i ladri è stato comunque uno choc: l’episodio è avvenuto mercoledì mattina attorno alle 9. Il marito della donna classe 1936 era appena uscito di casa, quando i ladri hanno pensato di scalare il muro per entrare, al primo piano, dal balcone sul retro della casa, come detto in via Mascagni, zona ItalMark.

I malviventi pensavano forse di non trovare nessuno in casa, ma non hanno fatto i conti con F. G., che si trovava proprio nella camera da letto adiacente al balcone, intenta nelle faccende di casa (stava rassettando il letto matrimoniale): la donna è riuscita a scorgere il volto dei malviventi, che hanno agito in due, col volto appunto non travisato e soltanto un cappellino da baseball in testa. I due ladri non hanno parlato, forse per non far scoprire l’accento, e si sono subito dati alla fuga, scappando dal balcone, ossia da dove erano entrati. Alcuni vicini hanno peraltro spiegato alla signora, visibilmente e comprensibilmente spaventata, di avere scorto un’automobile di colore scuro (nessuno è riuscito a individuare il modello) allontanarsi a tutta velocità da via Mascagni: con ogni probabilità, dunque, un “palo” stava aspettando i due compari in auto, pronto a scappare. Un colpo andato a vuoto, con qualche possibile elemento d’indagine in più, dato che la donna ha visto in faccia i ladri.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti