Commenta

Poesia e musica: primi
eventi per Casa Zani
e Palazzo Martinelli

casa-zani-martinelli-ev

Nella foto, gli ingressi di Casa Zani e Palazzo Martinelli

CASALMAGGIORE – Non sarà il solito “evento”. Si tratta piuttosto di un percorso culturale che uscirà anche dai soliti luoghi deputati al ristretto ambito dell’arte, della musica, della poesia, per inaugurare nuovi spazi, alcuni da poco entrati nel novero delle proprietà comunali o appena ristrutturati. E la curiosità, senza nulla togliere al contenuto del programma, sta proprio nei contenitori scelti per ospitare i vari appuntamenti. Si chiama “Tempo sospeso” e il sottotitolo del progetto, che occuperà i mesi di aprile e maggio, spiega in maniera puntuale il succo dell’operazione che il comune ha da poco approvato: si parla infatti di “incontri extra-ordinari di poesia con contrappunto in musica”. Non a caso, se è vero che a organizzare è il Teatro comunale di Casalmaggiore, non manca il patrocinio da parte della biblioteca Mortara e soprattutto del Casalmaggiore International Festival. Che aveva promesso di inaugurare Casa Zani e così farà.

Uno dei quattro incontri previsti, infatti, si terrà nella palazzina in stile liberty che il maestro di musica Giacomo Zani ha da pochi mesi deciso di donare al comune di Casalmaggiore. Andando con ordine, il progetto parte da un luogo tipico come il Teatro Comunale, martedì 15 aprile alle 21, con “La città in versi” con Franco Loi e Tiziano Broggiato accompagnati dal suono del pianoforte di Francesco Bini e Marco Vismara. L’introduzione sarà di Giuseppe Romanetti, direttore artistico del teatro. L’esordio ufficiale di Casa Zani è previsto per martedì 23 sempre alle 21: in via Repubblica spazio a “La poesia tra memoria e mito” con Maurizio Cucchi e Roberto Mussapi, introdotti da Stefano Prandini, e accompagnati dal violino di Giacomo Invernizzi e dal clavicembalo di Roberto Chiozza.

Altro “appuntamento zero” sarà quello di martedì 6 maggio a Palazzo Martinelli: in questo caso l’edificio non è una nuova acquisizione del comune casalese, ma è stato ristrutturato per intero da poco tempo e verrà inaugurato venerdì. Il 6 maggio “Poesia civile, poesia del quotidiano”, introdotta da Davide Gonzaga, vedrà l’intervento di Emilio Zucchi e Davide Rondoni, con Davide Guarneri all’oboe solo. Chiude, martedì 13 maggio, ancora il Teatro Comunale, in un’ideale struttura circolare degli spazi, con “Nomi e luoghi nel canto dei poeti”: i versi di Antonio Riccardi e Loretto Rafanelli uniti al suono dell’oboe di Marta Hernandez Santos e dal pianoforte di Camilla Baraldi. Presenterà la serata niente meno che Marco Nereo Rotelli, artista di fama internazionale di origine veneziana ma ormai “adottato” da Casalmaggiore. Il costo dell’intera manifestazione è di 12541 euro, con quasi 6mila euro in arrivo dal Distretto Culturale della Provincia di Cremona.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti