Commenta

Richiesta d’aiuto
dell’Arces di Viadana:
c’è bisogno di alimenti

giuseppeguarino-ev

Nella foto, Giuseppe Guarino

VIADANA – L’associazione di volontariato Arces di Viadana chiede aiuto. Lo fa per bocca del presidente, il cavalier Giuseppe Guarino. Lo fa per riempire la bocca, con generi alimentari s’intende, delle tante famiglie bisognose di sostegno dislocate su suolo viadanese. “Faccio un appello ai panificatori e ai forni di Viadana e dintorni – così Guarino -. Se avete pane o altri prodotti alimentari da poterci donare per poterli poi distribuire nei pacchi alimentari alle persone che necessitano aiuto, ve ne saremmo grati”. L’appello nasce dalle difficoltà di alcuni distributori parmensi di generi di prima necessità: “I magazzini si stanno svuotando perché il Governo non ha ancora approvato il trasferimento di dieci milioni di euro per l’emergenza alimentare”.

Si tratta di un provvedimento che giace su un tavolo romano e che se non entra in vigore entro tempi brevi rischia di mandare in crisi le organizzazioni di volontariato e di aggravare l’indigenza di alcune famiglie anche viadanesi. “Facciamo appello alla generosità dei negozi di alimenti e dei grandi supermercati. L’Arces è aperta al pomeriggio, dal lunedì al venerdì. Chiunque abbia intenzione di contribuire, può rivolgersi alla nostra sede. Speriamo che il grande cuore dei viadanesi possa aiutarci”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti