Un commento

Ruba energia elettrica
al negozio Sportball:
indagano i carabinieri

furto-corrente_ev

Nella foto il controllo dei carabinieri e il contatore di Sportball

CASALMAGGIORE – Due bollette dell’energia elettrica da oltre mille euro, il quadruplo di quanto spendeva normalmente: d’accordo l’aumento dei costi, ma così è troppo, deve avere pensato Stefano Condina, proprietario della ditta Sportball lungo la strada bassa per Vicomoscano a Casalmaggiore. I consumi erano addirittura decuplicati, con una crescita esponenziale di mese in mese e il picco dell’ultima bolletta di gennaio. Soprattutto la corrente era utilizzata specie nelle ore notturne.

Ma il negozio, come noto, vende attrezzature sportive collaborando con alcune società della zona, come la Casalese, ma anche con club calcistici importanti come lo Spezia, e certo non è aperto, dunque nemmeno attivo, dopo una certa ora. In realtà, dopo avere controllato, è emerso che la bolletta era corretta, ma il raggiro era stato compiuto probabilmente da un vicino “di negozio”, che si era allacciato abusivamente al suo contatore. Per un mese o forse più qualcuno, probabilmente non lontano da lì, si era “nutrito” dell’energia elettrica di Sportball. Da lì è scattata la denuncia ai carabinieri di Casalmaggiore per furto di energia elettrica. A indagare è stata una squadra dei carabinieri di Casalmaggiore che con Cristiano Spadano in testa ha accertato l’irregolarità commessa. Ad aiutare i militari nell’indagine sull’esercizio sotto accusa anche i tecnici dell’Enel che martedì, assieme ai carabinieri, hanno iniziato a studiare il quadro elettrico comune degli edifici commerciali che sorgono all’inizio di via bassa per Vicomoscano. Le indagini proseguiranno nei prossimi giorni per accertare ulteriori responsabilità da parte dell’uomo che ha ideato l’allacciamento elettrico abusivo.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Giuseppe Varotti

    e perché non si fa il nome dell’uomo?