Commenta

Viadana, commissario Pd
Santantonio: “Doveroso
sostenere Penazzi”

santantonio-ev

Nella foto, Fabrizio Santantonio

VIADANA – C’è una flebile speranza che non tutto sia perduto a Viadana. Il lumicino che si intravede scaturisce dalle dichiarazioni di Fabrizio Santantonio, il dirigente centrale del Pd mandato dai vertici a commissariare i due circoli del Pd di Viadana e Cicognara/Cogozzo. Commissariamento che era stato respinto dai diretti coinvolti ma che è stato recentemente riconfermato. “Noi abbiamo il dovere di far proseguire l’attuale gestione amministrativa sino alla sua naturale scadenza. Questo per un preciso impegno che ci eravamo presi al momento in cui ci siamo presentati agli elettori e da loro abbiamo ricevuto la fiducia”. Così si esprime il dirigente a cui è stato chiesto un commento sulla situazione disastrosa che si è creata a Viadana. “Non è più ammissibile che due circoli Pd parlino con due voci diverse. Le linee guida da seguire sono principalmente due. Primo, un ritorno alla normalità per superare ogni tipo di rivalità e contrasto. Secondo, porre sotto garanzia questa amministrazione comunale affinchè giunga a fine mandato. Ho già convocato per il 27 maggio un’assemblea a cui parteciperanno tutti gli iscritti al Pd. All’interno di quella convocazione sarà possibile discutere sui cinque punti di maggior contrasto con la giunta di Viadana e trovare un’intesa”. Ricordando la necessità per i ‘dissidenti’ di rapportarsi con la segretaria provinciale, Santantonio ha riaffermato che l’unica voce del Pd attualmente è la sua, diffidando da ogni altra interpretazione o indicazione che non esca dalla dirigenza centrale. Chissà che a muso duro e con queste premesse i ‘ribelli’ non rientrino nei ranghi ponendo fine ad una situazione che esarcebata com’è non porta alcun frutto. Con un cognome così, il commissario Santantonio il miracolo potrebbe anche farlo.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti