Commenta

Si chiude in casa
a 13 mesi: bimbo
salvato dai pompieri

vico-vvff-cc_ev

Nella foto l’intervento di Vigili del Fuoco e Carabinieri

VICOBELLIGNANO (CASALMAGGIORE) – Quando hanno sfondato la porta, pochi minuti dopo l’allarme lanciato dalla madre, C. X. classe 1986, originaria della Costa d’Avorio, lo hanno trovato tranquillo e sorridente, mentre giocava, completamente ignaro del pericolo che aveva corso.

Un bambino di soli tredici mesi è stato così salvato dai Vigili del Fuoco e dai Carabinieri, intervenuti in via Molossi a Vicobellignano, frazione di Casalmaggiore, poco dopo le ore 13 di giovedì, perché lo stesso bimbo, senza volere, si era chiuso a chiave dentro casa. Pare che la madre si fosse allontanata per pochi minuti, quando il piccolo, probabilmente giocando, senza volere ha spinto la porta e l’ha chiusa. Le chiavi erano all’interno dell’abitazione così per la signora classe 1986 è stata inevitabile la chiamata ai Vigili del Fuoco.

La porta dell’appartamento, al terzo piano di una palazzina, è stata forzata dai pompieri giunti da Viadana, mentre i Carabinieri di Casalmaggiore hanno coordinato le operazioni. Sul posto anche un’ambulanza del 118, per scopi precauzionali: ma i sanitari sono ripartiti senza caricare il bimbo, che come detto stava bene. Qualche momento di tensione, insomma, fortunatamente senza gravi conseguenze.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti