Commenta

Bozzolo al buio:
quarta notte senza
illuminazione pubblica

luce-buio-illuminazione-ev

BOZZOLO – La Notte Bianca che riscosse grande successo e illuminò a giorno il centro cittadino è solo un lontano ricordo: i lampioni che dovrebbero garantire visibilità nelle ore notturne in alcune vie bozzolesi (via Arini, via Valcarenghi e via Bonaldi), sono ormai spente da quattro giorni. La rete in gestione ad Enel Sole è al collasso. Una situazione insostenibile e pericolosa, che ha spinto il sindaco Giuseppe Torchio a valutare l’ipotesi di segnalare il grave inconveniente alla Procura della Repubblica di Mantova. “La società appaltatrice del servizio, Enel Sole, continua a dare le colpe alla società madre per la mancata fornitura di quadri elettrici e di trasformatori”: spiega il primo cittadino, dopo ripetuti incontri con la giunta e l’ufficio tecnico oltre a reiterate segnalazioni e contatti telefonici con i tecnici Enel Sole Cherubini, Lazzaroni, Bortolato e Cibaldi”.

“I cittadini non ne possono più – prosegue Torchio -, in un periodo in cui aumentano i furti ed i fenomeni di teppismo vanno garantiti i servizi essenziali per la sicurezza dei cittadini. Non vogliamo precipitare in una condizione di coprifuoco bellico o di medioevo e non potendo ripristinare le lampade a carburo é necessario che il Comune, che ha versato fior di quattrini, riceva i servizi sempre regolarmente e profumatamente pagati e che la società elettrica faccia gli investimenti necessari e promessi da anni”. Il sindaco non le manda a dire: “Mi rifiuto di credere che Enel non abbia in magazzino gli impianti minimi per far fronte a servizi essenziali e tratti i Comuni ed i cittadini come dei pitocchi. I motivi di sicurezza pubblica e interruzione di pubblico ‎servizio, necessari per la segnalazione alla Procura, ci sono tutti e si sta predisponendo la pratica, completa dei dati tecnici”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti