Commenta

Ancora i ladri di rame
Stavolta colpiscono
alla Corte Bertia Nuova

furto-rame-sanmatteo_ev

Nella foto i pluviali sfilati dalla parete esterna della Corte Bertia Nuova

SAN MATTEO DELLE CHIAVICHE – Non solo una frazione di Casalmaggiore, Quattrocase, ma anche una frazione di Viadana, San Matteo delle Chiaviche. Non solo i cimiteri, ma anche un’azienda agricola. I ladri di rame hanno colpito ancora e questa volta hanno preso di mira la Corte Bertia Nuova, di proprietà di Bianca Ghinzelli, in territorio di San Matteo lungo via Trieste.

Si tratta di un’azienda agricola che si trova in zona argine verso il ponte di Torre d’Oglio, evidentemente abbastanza isolata perché i malviventi, seguendo la solita tattica ormai nota (uno fa da palo sul furgoncino che serve anche a recuperare la refurtiva), hanno agito questa volta senza strappare le canaline di scolo, ma riuscendo a sfilarle, il che indicherebbe una certa tranquillità d’azione.

A sparire sono state all’incirca cinque canaline, ognuna delle quali composta da tre tubi più piccoli, facilmente rivendibili al mercato nero. Sulle ultime due colonne, tuttavia, qualcosa è andato storto: i ladri, non riuscendo a sfilare le canaline dalla sua sede naturale, hanno pensato di tagliarle brutalmente. Se non altro non si sono registrati danni al tetto o al resto della struttura, come accaduto al cimitero di Quattrocase.

I pluviali, dunque, sono scomparsi e dopo pochi giorni l’azienda li ha già sostituiti: l’episodio risale infatti alla notte tra il 1° e il 2 agosto, dunque in realtà a livello cronologico prima si colloca il furto di San Matteo, poi quello di Quattrocase. Difficile indicare o anche solo ipotizzare un orario preciso. Di sicuro il furto è avvenuto dopo la mezzanotte e mezza, perché a quell’ora un ragazzo viadanese transitava in zona in motorino e non ha visto nulla, né tantomeno furgoncini sospetti.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti