Commenta

Furto alla Festa Zucca:
borsa ritrovata ma
senza 2mila euro

furto-zucca_ev

Nella foto lo squarcio nel telone e la zona casse (foto Sportfoglio)

AGGIORNAMENTO VENERDI’ ALLE ORE 21 – E’ stata ritrovata la borsa sottratta a Maurizio Toscani, che conteneva 2mila euro in contanti, parte del provento della prima serata della Festa della Zucca. L’oggetto è stato trovato a Gadesco Pieve Delmona dai carabinieri, che hanno subito contattato Toscani per il ritiro. Naturalmente, come era facile prevedere, dei soldi non vi era nemmeno l’ombra: se non altro Toscani ha potuto recuperare i documenti personali e gli Amici di Casalmaggiore alcuni dei permessi indispensabili per la realizzazione della festa. A proposito della prima serata, emergono nuovi particolari di un avvio un po’ turbolento: attorno alle 21.30, infatti, una donna, quasi certamente alticcia, ha iniziato ad alzare la voce, spostando alcune delle tavolate in legno. Per riportarla alla calma è stato necessario l’intervento dei carabinieri di Casalmaggiore. E’ tuttavia probabile che l’episodio della donna e quello del furto non siano collegati, anche perché molto distanti nel tempo (ricordiamo che il furto è avvenuto attorno a mezzanotte).

CASALMAGGIORE – Una festa rovinata: e non certo per mancanza di partecipanti o perché il cibo scarseggiava. Una “prima volta” triste ha guastato l’atmosfera gioiosa della Festa della Zucca, aperta giovedì sera in piazza Garibaldi. Sono infatti spariti circa 2mila euro, contenuti nella borsa di uno degli Amici di Casalmaggiore. Duemila euro che costituivano parte dell’incasso della prima sera.

Il fatto è avvenuto sempre giovedì in tarda serata: un colpo arraffa e scappa, tanto che il sistema di sorveglianza è stato completamente eluso dalla rapidità con la quale i ladri (un paio, probabilmente) hanno agito. La borsa rubata, dalla quale sono spariti anche i documenti, è quella di Maurizio Toscani, uno degli Amici di Casalmaggiore, il quale si era per un attimo allontanato dopo la chiusura per prendere l’automobile e potere così caricare la stessa borsa. Che però nel mentre è sparita. Nessuno in quel momento sorvegliava la zona dove si trovava la borsa, ossia il retro del ristotenda, nell’area riservata alle casse.

Così i ladri hanno aperto il telone con un cutter e poi hanno asportato la borsa, senza neppure controllare cosa vi fosse dentro: un colpo studiato (i malviventi sapevano dove si trovava la borsa e hanno atteso il momento propizio, in quell’attimo in cui nessuno controllava) e riuscito proprio attorno alla mezzanotte, orario di chiusura, quando la sorveglianza per la notte stava per essere approntata. I 2mila euro rubati sono solo una parte dell’incasso, che per fortuna per la maggior parte era già stato versato: quei 2mila euro servivano semplicemente per fare moneta. Rimane un gesto davvero deprecabile che guasta l’atmosfera di festa. La denuncia è stata regolarmente presentata ai Carabinieri di Casalmaggiore, che indagheranno sul gesto.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti