Commenta

Cross dei Castelli
da record: 205 alla corsa
delle meraviglie

cross-sangio_ev

Nella foto il momento della partenza del Cross

SAN GIOVANNI IN CROCE/CASTELDIDONE – La quinta edizione del Cross dei due Castelli, organizzata sabato tra San Giovanni in Croce e Casteldidone, è stata anche l’edizione dei record: 205 partecipanti in totale, provenienti dal Casalasco e dal Cremonese ma anche dalle vicine province di Parma, Mantova e Brescia, hanno fatto segnare un nuovo picco. Il precedente era stato di 164 partecipanti.

La corsa e camminata non competitiva, aperta a tutti (sia agli agonisti che a coloro che l’hanno interpretata come una passeggiata), ha probabilmente tratto giovamento dalla presenza di Villa Medici per la prima volta tirata a lucido dopo la lunga ristrutturazione. Proprio la residenza che fu della Dama con l’ermellino ha fatto da punto di partenza e d’arrivo. Le iscrizioni, aperte alle ore 14 sul posto, hanno portato al via, come detto, oltre 200 partecipanti, che attorno alle 16 hanno iniziato il percorso, che ha toccato anche il comune di Casteldidone su percorsi pensati appositamente per due categoria, uno da 4 km e uno da 10.5 km.

La quota di partecipazione di 5 euro, prezzo assolutamente popolare, e la bella giornata di sole hanno favorito l’affluenza, senza dimenticare che l’iscrizione era gratuita per gli under 7, mentre i ragazzi dai 7 ai 14 anni pagavano 2 euro. A tutti è stato poi offerto un rinfresco finale. Come sempre a organizzare il tutto è stata la Commissione Comunale Smart di San Giovanni in Croce, con l’aiuto indispensabile nella preparazione logistica di Atletica Interflumina, Protezione Civile Le Aquile sezione La Torre, la parrocchia di San Giovanni Battista, la Pro Loco di Casteldidone e la famiglia Persico Licer.

A vincere il cross da 10.5 km è stato Luca Tenca di Sabbioneta, mentre la prima donna è stata Raffaella Romani di Asola. Premi speciali sono però andati anche alla più giovane partecipante, ossia Gaia Strina di appena 15 mesi (!) accompagnata dai genitori, al più anziano, Italo Ferrari di Torricella (80 anni) e all’atleta giunto da più lontano, Luigi Manzoni che ha deciso di percorrere oltre 100 km per arrivare da Palazzolo sull’Oglio, al confine tra Brescia e Bergamo. Come i premi speciali hanno dimostrato è stata davvero una giornata dedicata allo sport per tutti e per ogni età, che ha inorgoglito il consigliere comunale, responsabile della Commissione Smart, Pierluigi Cremona: “E’ grande la soddisfazione” ha spiegato “per il gran numero di partecipanti, dato che la manifestazione cresce e di anno in anno raccoglie sempre nuovi consensi. Questo non può che farci piacere, così come l’alto afflusso di famiglie e giovanissimi. Il nostro grazie va a tutti i volontari per la collaborazione e agli sponsor che hanno reso possibile l’iniziativa, ovvero Consorzio Casalasco del Pomodoro ed E’ Più Padania per i prodotti offerti e i premi, oltre all’Atletica Interflumina e alla Protezione Civile di San Giovanni”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti