Commenta

Ritorno al futuro:
a Gussola il campionato
nazionale di Ciclotappo

ciclotappo-ev

GUSSOLA – Alzi la mano chi da piccolo non ha giocato almeno una volta con gli amici a spingere con le dita i tappi delle bottiglie. Da qualche anno questo antico gioco ha regole precise, merito di una Federazione che organizza calendari di gare sia a livello nazionale che regionale. E proprio a Gussola, dove da qualche tempo è attivo un gruppo di appassionati, sbarca domenica la competizione. Ciclotappo è il nome con il quale è stato ufficializzato questo gioco in passato assai diffuso. Veniva giocato all’aperto con i tappi a corona delle bibite gassate su una pista disegnata con il gessetto. I giocatori facevano avanzare i tappi, personalizzati all’interno con figurine di ciclisti, mediante uno scatto del dito per dar vita a una competizione che ha le caratteristiche di una corsa ciclistica. Esistono numerose varianti regionali del popolare gioco, sia per quanto riguarda i materiali usati, sia per le regole e le denominazioni. La Federazione (FIGCT) ha codificato il regolamento e i campi di gara, tanto da poter disputare gare ufficiali. Domenica 5 ottobre, Gussola ospita la 11ª tappa del Campionato Italiano, e la 6ª ed ultima tappa del Campionato Regionale. A presentare la manifestazione è Ugo Maestrelli, uno degli appassionati che hanno costituito un gruppo tra Gussola e Martignana Po nonché repsonsabile lombardo della Federazione.

“L’appuntamento è in piazza Comaschi – afferma Maestrelli – dove già dalle 10 presenteremo il gioco e consentiremo ai bambini di cimentarsi in questa disciplina. Utilizzeremo la piazza, ma in caso di pioggia ci sposteremo nel cortile interno del palazzo comunale. Alle 14 inizierà la sesta e ultima tappa del campionato lombardo, tanto che al termine premieremo il nuovo campione. Le precedenti tappe si sono svolte a Sabbioneta, Mantova, Livraga, Monza e proprio a Fossacaprara, nel corso della recente sagra. Seguirà l’11ª tappa del campionato nazionale”. Il titolo italiano viene assegnato al termine di 15 prove, e le 10 precedenti si sono svolte tutte in città decisamente più grandi d Gussola. Si tratta nell’ordine di Bordighera, Cesenatico, Mantova, Asti, Monza, Acqui Terme, Recco, Marina di Pietrasanta, Aosta e Verona. Seguiranno le ultime 4 prove. Ma alle gare di Gussola, chiediamo a Maestrelli, possono partecipare i soli tesserati? “Ognuno può gareggiare, e anche vincere i premi, ma le classifiche ufficiali verranno fatte coi soli iscritti. Tesserarsi comunque costa solo 10 euro”. Si attendono alcune decine di giocatori, i migliori in assoluto, quindi sarà anche piacevole assistere alle gare. Oltre che per le prove citate, la gara di Gussola assegnerà il 1° Trofeo Edilizia Carboni. Nel casalasco ci sarà un’altra occasione per assistere a gare di ciclo-tappo: a Castelponzone infatti il 19 ottobre è prevista una dimostrazione.

V.R.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti