Commenta

Consorzi di bonifica
candidati a diventare
patrimonio Unesco

navarolo-ev

Nella foto, il Consorzio di Bonifica Navarolo a San Matteo delle Chiaviche

SAN MATTEO DELLE CHIAVICHE (VIADANA) – I consorzi di bonifica mantovani ambiscono a divenire patrimonio Unesco. La candidatura riguarda più realtà, che si affacciano anche in territorio Oglio Po. Oltre ad Urbim, Unione Regionale Bonifiche Irrigazione e Miglioramenti Fondiari, sono comprese il Consorzio di Bonifica Terre del Mincio, Terre dei Gonzaga in Destra del Po e Navarolo, quest’ultimo con sede a San Matteo delle Chiaviche, frazione di Viadana.

La presentazione della candidatura Unesco, insieme al vernissage del convegno e della mostra fotografica “La Civiltà dell’acqua in Lombardia” previsto per il 31 ottobre alle ore 9.30 presso il Teatro accademico Bibiena cui parteciperanno i vertici della realtà di bonifica locale e nazionale, assieme all’assessore all’agricoltura della Regione Lombardia Gianni Fava, avverrà martedì 28 ottobre a Mantova, alle ore 11, in via Principe Amedeo 29, presso la sede del Consorzio di Bonifica Terre del Mincio. Al tavolo dei relatori vi saranno: Elide Stancari, presidente del consorzio di casa; Ada Giorgi, guida del Terre dei Gonzaga in Destra Po; Giorgio Negri direttore dell’Urbim della Lombardia; Guglielmo Belletti, presidente del Consorzio di Bonifica Navarolo.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti