Commenta

Tenta la truffa
del finto addetto
Lo “frega” il vicino

carabinieri-ev

CANNETO SULL’OGLIO – Ha finto di essere un tecnico dell’acquedotto e, come molto spesso capita in questi casi, ha raggirato un’anziana signora che in buona fede ha creduto alla parola dell’uomo. Una 71enne di Canneto sull’Oglio, infatti, aveva già pagato la somma di 340 euro, che il truffatore ha richiesto per il finto servizio: l’uomo è stato evidentemente convincente, dato che indossava un gubbino arancione rifrangente e un casco antinfortunistica. “Devo rilevare il numero del contatore” ha spiegato “e per il servizio sono 340 euro”.

La 71enne c’è cascata, non così un vicino di casa, che è entrato per caso nell’abitazione dove si stava svolgendo la “trattativa” e ha smascherato l’inganno. Davvero fortuita e casuale la scoperta del vicino di casa, il quale aveva suonato alla porta dalla signora anziana per avvertirla che una figura poco raccomandabile si stava aggirando per la via: quella figura rispondeva proprio all’identità del truffatore, che era appunto seduto in soggiorno con l’anziana, che aveva già posto bolletta e denaro richiesto sul tavolo.

Fortuna ha voluto che il truffatore, Gianmaria Bosio, 40 anni, residente nella provincia di Bergamo e pregiudicato, con una mossa repentina si sia impossessato del malloppo, perché vistosi scoperto dalle domande incalzanti del pensionato, e sia poi scappato. Proprio in quel momento, infatti, una pattuglia dei carabinieri transitava dalla zona: il pensionato, che non era riuscito in un primo momento ad acciuffare l’uomo, ha avvertito i militari del fatto e a quel punto l’arresto è stata la naturale conseguenza. La perquisizione successiva ha consentito di incastrare definitivamente il 40enne bergamasco, che è stato poi condotto nel carcere di via Poma, non prima di avere restituito i 340 euro alla 71enne. Giubbino rifrangente e casco sono stati sottoposti a sequestro.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti