Commenta

Sparò alla guardia
giurata: arresti
domiciliari per 58enne

carabinieri-controlli-ev

TORRE D’OGLIO – Sono scattati nelle scorse ore gli arresti domiciliari per Roberto Girelli, l’uomo di 58 anni che domenica scorsa aveva sparato ad una coscia a Giovanni Polisi, guardia giurata, nella zona del ponte di Torre d’Oglio, per una banale lite sulla precedenza del passaggio delle auto, in un punto della strada ristretto. Il fattaccio era accaduto domenica poco dopo le ore 15.30.

Il gip di Mantova Ivano Brigantini ha così convalidato l’arresto e di conseguenza la misura di custodia cautelare domiciliare, richiesta in un primo momento dalla Procura. Naturalmente il provvedimento è stato preso dopo avere sentito anche la versione di Girelli, leggermente discostante rispetto a quella di Polisi ma non tale da scongiurare il “perdono” per il colpevole dello sparo. Il 58enne, difeso dagli avvocati Sergio Genovesi e Gaetano Alaia, aveva spiegato che non era sua intenzione colpire la gamba di Polisi, ma soltanto sparare un colpo a terra, quasi d’avvertimento, con la sua Glock semiautomatica. Il fatto grave si è verificato subito dopo una serie di insulti e spintoni che, secondo Girelli, avrebbero visto la guardia giurata, in auto peraltro con moglie e figli, agire per primo con fare minaccioso: alcuni testimoni hanno confermato questa ricostruzione.

Diversa la versione di Polisi, dimesso dall’ospedale di Mantova già domenica sera con sette giorni di prognosi: versione confermata dalla moglie dell’uomo ferito, che ha riferito che Girelli invece avrebbe mirato alla gamba del Polisi intenzionalmente.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti