Commenta

Pomì, altro che ferie:
venerdì in campo
contro l’ex Beltrami

pomi-braccia-esulta-ev

CASALMAGGIORE – Un primo set perso ai vantaggi, un secondo parziale giocato con il freno a mano tirato, il terzo parziale vinto con disinvoltura ed infine una quarta frazione in cui un prezioso vantaggio di quattro lunghezze non è stato sfruttato a dovere, quanto basta per la Pomì Casalmaggiore per mandare in archivio il turno prenatalizio giocato al cospetto delle campionesse d’Italia in carica della Nordmeccanica Rebecchi Piacenza, valevole quale decima giornata di andata, con non pochi rimpianti. Dalla possibilità di uscire dal Pala Banca quanto meno con un punto la formazione di Davide Mazzanti è incappata in una sconfitta in quattro set che non ha portato contributi alla propria classifica che la vede sempre al terzo posto e quindi in buona posizione in chiave Coppa Italia ma con una delle due squadre che seguono, Conegliano e la stessa Piacenza, che nell’ultima di andata si troveranno una di fronte all’altra, nella possibilità di effettuare il sorpasso qualora per le rosa non arrivassero punti con Modena nel match di Santo Stefano. Tanto cuore e buona volontà, sono queste le caratteristiche che più sono piaciute della Pomì contro Leggeri e compagne non sempre abbinate alla freddezza e al cinismo che le gare con formazioni quotate e d’esperienza come quella emiliana, puntualmente richiedono. I rimpianti rosa sono soprattutto collegati al quarto set messo in discesa da una partenza disinvolta, avviato ad un esito positivo e riaperto dal calo di tensione e dalle crescita di una formazione avversaria che ha trovato nella correlazione muro difesa il proprio punto di forza dimostrando determinazione e sicurezza da grande squadra. Una sconfitta che ha ricordato da vicino quella rimediata dalle casalasche sul campo di Conegliano, anche se meno netta nel risultato, e che evidenzia come la Pomì, lontano dalle mura amiche, rischi di subire la personalità delle formazioni abituate a giocare gare di alto livello. Come detto, le conseguenze sulla classifica sono state minime, il terzo posto, ad un turno dal giro di boa, rappresenta un piazzamento di prestigio dal quale ripartire di slancio in vista dell’ultima gara del 2014 e sul quale provare a costruire un positivo girone di ritorno. L’immediato futuro risponde al nome di Liu-Jo, la squadra che ha ingaggiato con l’Igor Gorgonzola Novara un bel duello per la prima posizione e che appare al momento l’unica vera antagonista delle favoritissime piemontesi. Un match che si preannuncia spettacolare e che segnerà il ritorno al Pala Farina di Viadana da avversario dell’ex tecnico rosa Alessandro Beltrami. Si prevede un palazzetto stracolmo, la società da una settimana ha dato avvio alla prevendita dei biglietti e dalla località modenese sono attesi molti tifosi. Sono quattro i precedenti tra le due formazioni, tutti risalenti alla stagione 2013-2014 con tre successi della Liu-Jo (entrambe le gare di Coppa Italia e il match di andata della regular season) ed una sola vittoria casalasca che nel ritorno di campionato si impose al Pala Panini in quattro set. La Pomì è al lavoro per preparare la gara: il giorno della Vigilia si allenerà con seduta unica nella mattinata e il a Natale dalle 18,00 alle 21,00. La rifinitura è prevista nella mattinata di venerdì 26, nel pomeriggio alle 18,00 il match con la formazione modenese.

Guida alla partita di venerdì 26 Dicembre

Squadre

Pomì Casalmaggiore: 1 Ortolani, 3 Skorupa, 4 Bianchini, 5 Sirressi, 6 Gennari, 7 Quiligotti, 8 Gibbemeyer, 9 Agrifoglio, 10 Klimovich, 13 Zago, 15 Stevanovic, 16 Tirozzi. All.: Mazzanti

Liu Jo Modena: 1 Rousseaux, 4 Kostic, 5 Heyrman, 7 Folie, 9 Arcangeli, 10 Petracci, 11 Muri, 12 Piccinini, 13 Fabris, 14 Crisanti, 15 Maruotti, 17 Rondon, 18 Ikic. All.: Beltrami

Biglietti

Tribuna gialla: intero 18,00 euro – ridotto 15,00 euro

Tribuna gialla: intero 15,00 euro – ridotto 10 euro

Tribuna libera: intero 10,00 euro – ridotto 7,00 euro

Ridotto: 13-17 anni

Ingresso omaggio; under 12

Mauro Vigna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti