Commenta

Pomì, chi s’aspettava
un dono così?
3-1 alla Liu Jo

pomi-modena-ev

Nella foto, un momento del match tra Pomì e Liu Jo

Pomì Casalmaggiore vs Liu Jo Modena 3-1

VIADANA – Il primo dato di Pomì – Liu Jo è il tutto esaurito del PalaFarina di Viadana. Un’affluenza record: già prima delle ore 17 all’ingresso del palazzetto i biglietti erano andati tutti a ruba. L’accoglienza dell’ex Beltrami è tiepida, a differenza delle tribune che fanno sentire il loro calore: non c’è un buco sugli spalti viadanesi.

PRIMO SET – Il primo punto è di Tirozzi, che dà il benvenuto a Modena e poi mette giù il primo muro che vale il 3-3. Si viaggia a braccetto sino al 10-10 firmato Bianchini. Al primo time out la Liu Jo è avanti 12-11. Al rientro la Pomì s’inceppa e con un paio di scarabocchi consegna a Modena il +3: 13-16. Il triplo vantaggio ospite regge, anzi si incrementa: 16-20, con le rosa in affanno dopo un paio di punti buttati via. La gara scivola via in favore delle modenesi e il primo set veste Liu Jo: si chiude 20-25 con una schiacciata out di Tirozzi.

SECONDO SET – Il secondo parziale parte alla stregua del precedente: equilibrio in avvio, con Modena a dettare il passo. Il primo break è delle emiliane. Il servizio Pomì non funziona a dovere e Mazzanti è costretto a chiamare il tempo sul 4-7. Con un paio di punti pesanti Gibbemeyer riporta le rosa a contatto con la Liu Jo: 8-8. Il sorpasso lo griffa una doppietta di Bianchini: 10-9. La regia di Skorupa manda a schiacciare Tirozzi per l’11-10 e Casalmaggiore mantiene il vantaggio sino al time out: 12-11. Con Bianchini in battuta Modena va in tilt e serve un punto di Piccinini per interrompere la striscia: 16-12. Sulle ali dell’entusiasmo la Pomì si prende il 18-14 con un muro di Skorupa e conserva il gap con Ortolani. Il 20-16 è un romanzo: la parole fine la scrivono le rosa e il PalaFarina è incontenibile. Il timeout arriva sul 21-17 dopo una murata di Gibbemeyer. Tocca a Mazzanti richiamare le sue: altra interruzione con Modena in rimonta sul 22-20. La Pomì conduce il set sino al punto di Ortolani che vale il 25-21.

TERZO SET – Sempre Ortolani inaugura il terzo parziale e insieme a Tirozzi manda subito Casalmaggiore avanti di tre. Il gap si mantiene fino al 6-3. Il 7-4 è di Bianchini, che con un’altra sberla della sue propizia anche l’8-4. Il time out arriva sul 10-5 rosa, con Modena che non trova più il bandolo della matassa e coach Beltrami impegnato a dare una scossa alle sue. Non c’è verso: Ortolani mette giù il 12-7 e la Pomì sembra padrona del set. Il 14-7 segna il doppiaggio e costringe Beltrami a correre nuovamente ai ripari. Il 16-10 è di Tirozzi, che poi forza il 18-12 sfondando le resistenze di Modena dopo una parata plastica di Sirressi e difese da circo su entrambi i fronti. Il +6 regge e si arriva al 20-14, ma le rosa si incartano sul più bello e la rimonta modenese tocca il -2 al timeout chiamato da Mazzanti: 21-19. Un ace di Valentina Zago, gettata nella mischia per bombardare dalla battuta, manda le rosa al set point. Ne serviranno quattro: muro fuori su Tirozzi e la Pomì chiude 25-22.

QUARTO SET – Il quarto set costringe Modena a tentare di riprendersi il match e i primi botta e risposta la vedono condurre i giochi ma la Pomì è sempre lì e resta agganciata fino al muro di Ortolani che segna il primo sorpasso casalese: 5-4. Sempre il muro locale manda avanti le rosa sul 7-4 con Beltrami al primo richiamo del parziale. Al rientro Piccinini va fuori giri una volta, non due: 8-5. Ma il set vede salire in cattedra Ortolani e Casalmaggiore incrementa il vantaggio: 12-7. Il +6 arriva sul 14-8 e viene mantenuto: al 16-10 Beltrami cambia ancora per provare a trovare una quadra. La Pomì perde quattro punti di margine con Piccinini in battuta e stavolta a correre ai ripari è Mazzanti. Il blackout di Casalmaggiore è preoccupante: 18-18 e il coach rosa chiama nuovamente a sé Tirozzi e compagne. Il break ospite viene interrotto da Bianchini e un muro made in Usa di Gibbemeyer riporta le rosa avanti di due: 20-18 e altro stop. E’ una guerra di nervi. La Liu Jo torna sotto, ma l’elastico gioca a favore della Pomì che sfrutta anche gli errori in battuta delle emiliane. Come nel set precedente Mazzanti chiede a Zago di forzare la battuta. Si arriva al 23-21. Fabris però con un ace prova a riaprire il match. Bianchini per il 24, Ortolani per il 25: il set e l’incontro sono rosa e la Pomì batte la Liu Jo 3-1 risalendo a -2 dal secondo posto in classifica.

S. A.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti