Commenta

“Far ripartire Viadana
con la collaborazione
dei cittadini”

viadana-municipio-ev

Nella foto, il municipio di Viadana

VIADANA – Tempo di bilanci in casa Pd viadanese. Con la fine dell’anno solare e dopo quasi tre mesi dalla formazione della nuova segreteria guidata da Nicola Federici, i membri del Partito Democratico tirano le somme di un 2014 complicato per Viadana e guardano alle proposte per il 2015. “Stiamo mettendo le basi per un nuovo decorso politico e ci sembra il momento giusto per fare il punto della situazione sul passato e vedere cosa costruire nel futuro”: scrivono Sara Viscusi, Elisabetta Frizzelli, Vincenzo Vinciguerra, Gaia Luppi, Alberto Apicella, Claudio Barigazzi, Andrea Civa. Ecco l’intero messaggio del Pd alla cittadinanza viadanese.

Il 12 ottobre 2014, dopo un anno burrascoso per il Partito Democratico di Viadana, insieme ad un gruppo di ragazzi tra i 20 e i 35 anni, abbiamo voluto dare una svolta, un cambio drastico alla dirigenza PD:ci siamo proposti come segreteria con nuove idee e con tanta voglia di fare. Oggi, dopo essere stati eletti, stiamo cambiando con i fatti un modo di intendere la politica a Viadana, dal momento che quello precedente non ci piaceva, poiché non lo ritenevamo costruttivo per la comunità. Abbiamo incominciato a girare per il territorio, per incontrare e ascoltare i cittadini, le associazioni, gli studenti; lo abbiamo fatto partendo da un semplice principio: a prescindere da chi sia stata la colpa degli avvenimenti passati, ci prendiamo la nostra responsabilità e chiediamo scusa ai cittadini per la situazione di commissariamento in cui si trova oggi il Comune di Viadana. Per meglio analizzare la situazione e capire come muoverci nel futuro, come Partito Democratico abbiamo commissionato un sondaggio (autofinanziato) per capire come muoverci nel futuro e coinvolgere la cittadinanza, un sondaggio che ha dimostrato la fiducia della gente in questo nuovo decorso e la volontà di dare un svolta netta rispetto al passato.

Dal sondaggio emerge anche un triste riscontro di sfiducia nella politica, che in parte comprendiamo visto quello che quotidianamente appare sulla stampa ed in televisione: Mafia capitale è uno schifo, uno schifo perché coloro che hanno creato quell’associazione a delinquere non sono politici ma delinquenti travestiti da politici che rovinano l’Italia non solo attraverso atti diseconomici ma anche disaffezionando la gente verso la gestione della cosa pubblica. Ma noi chiediamo alla gente di aver fiducia in noi e di aiutare questi ragazzi che hanno voglia di far politica a prescindere dell’appartenenza di partito;  abbiamo bisogno di partecipazione, altrimenti si fa il gioco di quei delinquenti che usano la politica per i propri interessi. Chiediamo quindi alla gente di aver fiducia di noi e di aiutare i ragazzi che hanno voglia di far politica; al di là dell’appartenenza di partito. Abbiamo bisogno di partecipazione, oppure verrà fatto il gioco di quei delinquenti che usano la politica per i propri interessi.

Nel 2015 lavoremo per ritrovare un dialogo costruttivo con tutte le forze politiche, che in questi anni hanno solo voluto creare polemiche, che senza dubbio non giovano alla comunità. Crediamo fermamente che il dialogo costruttivo serva per migliorare la nostra città. Nel 2015 continueremo/porteremo avanti il percorso incominciato con i cittadini, ascoltando le loro richieste e portando/proponendo soluzioni e idee per far ripartire lo sviluppo economico di Viadana: creare più opportunità per i giovani, difendere con tutta la nostra forza l’ospedale oglioPo, lavorare per tutte le frazioni sono i primi punti da trattare al nostro ritorno. A tal proposito, il documento in cui chiediamo a tutti gli enti di per mettere in sicurezza con assoluta urgenza l’argine San Matteo-Cizzolo, che sarà il primo dei tanti che faremo per tutelare e aiutare la nostra cittadinanza.

Augurando un felice anno nuovo a tutti cittadini, ci mettiamo a disposizione per far ripartire tutta la comunità viadanese con la collaborazione di tutti i cittadini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti