Commenta

Condanna all’ergastolo
per il terzo autore
dell’omicidio Froldi

tribunale-mantova-ev

Nella foto, il Tribunale di Mantova

MANTOVA – Il 26enne Cezar Constantin Agapi è stato condannato all’ergastolo per l’omicidio di Rodolfo Froldi, agricoltore aggredito ed ucciso nella notte tra il 4 e il 5 luglio del 2012 in strada Tezzoglio. Accolta in pieno la richiesta del pubblico ministero Paola Reggiani, la difesa aveva invece chiesto l’assoluzione. La sentenza del tribunale di Mantova è stata pronunciata lunedì e oltre alla pena detentiva per Agapi è stata decisa una provvisionale di 300mila euro. In sede civile verrà deciso il risarcimento. Gli altri due autori del delitto vennero condannati a dicembre. Pavel Andrei Ababei, 21enne romeno, e Nicolae Stoleru, 31enne anch’egli romeno, ottennero lo sconto di pena previsto dal rito abbreviato: sedici anni di carcere il primo, diciassette e due mesi il secondo.

Con l’ergastolo ad Agapi si conclude dunque il processo per l’omicidio di Rodolfo Froldi, agricoltore bozzolese benestante trovato cadavere in un appezzamento terreno di sua proprietà, morto dopo un’agonia lunga ore per un barbaro pestaggio. I tre criminali, dopo averlo aggredito, rapinato e malmenato, gli avevano sottratto le chiavi dell’abitazione di via Ardigò con l’intento di razziarla. Lasciato morente nei pressi di un campo di mais, con l’auto spostata di qualche decina di metri, Froldi non si riprese più dalle botte e spirò abbandonato a due passi dalle colture che era solito curare.

Furono la polizia romena, nel 2013, a rintracciare a Vaslui due dei tre autori del delitto: abadei e Storelu, i primi ad essere poi processati con rito abbreviato. Le indagini, avviate dai Carabinieri del nucleo investigativo di Mantova avevano portato all’ordine di arresto internazionale anche di Agapi, ritrovato da Scotland Yard nei pressi di Herford, nell’Inghilterra occidentale, dov’era fuggito. Riportato in Italia, il 26enne è stato quindi processato in Tribunale a Mantova. Su di lui ora pende una condanna all’ergastolo.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti