Commenta

Calcio Oglio Po,
senza derby le nostre
provano a volare

calcio_ev

Dopo la scorpacciata di punti nel turno di domenica scorsa, i campionati Oglio Po ripartono senza derby e con la possibilità dunque di migliorare il bottino, anche per dare continuità ad una buona ripartenza dopo la sosta.

In Emilia Romagna, nel girone A, la Casalese gioca una nuova sfida in trasferta, dopo il pareggio beffa di Pontenure, quando i biancocelesti hanno segnato il vantaggio nel recupero e sono comunque stati raggiunti prima del triplice fischio. Marco Mantovani chiede ai suoi ragazzi tre punti dalla trasferta in casa della Viarolese, contro una formazione che somiglia alla Pontenurese come classifica (e dunque ambizioni: salvezza quasi in cassaforte), pur avendo un cammino interno migliore.

Trasferta anche per il Viadana, in Prima Emilia girone C, in casa della Povigliese, formazione rinforzata dal mercato, che ha reso possibile la missione salvezza: i giallorossi reggiani, retrocessi lo scorso anno dalla Promozione, pur insidiosi, rimangono alla portata del team di Angelo Boni, che ha iniziato a dare segnali di continuità e non ha dovuto giocare il replay della gara contro la Libertas (rinviato al prossimo mercoledì), dunque non ha messo tossine nelle gambe. Un po’ di benzina in più che farà comodo.

Altra trasferta, ma siamo passati in Lombardia, per il Psg, sempre in Prima categoria, girone G. Una sfida impossibile, di quelle che però hanno già dato soddisfazione a Maglia e ai suoi ragazzi: dopo avere vinto uno scontro diretto (4-0 all’Atletiko Bagnolo), i blaugrana dovranno provare l’impresa a Padenghe, sul Lago di Garda, contro la Vighenzi, formazione capolista praticamente da inizio campionato, nonostante qualche “buca” lungo il percorso, e con una rosa che vale la Promozione.

In Seconda categoria le sfide peggiori, sulla carta, toccano a Pomponesco e Gussola: partiamo dai mantovani che, nel girone O, affrontano in casa il Rivalta con l’onta del derby perso (pur senza sfigurare) da cancellare. E’ una sfida che conta per la salvezza nelle prospettive blues, mentre gli ospiti vorranno provare a scalare qualche posizione per dare corpo al sogno playoff, in un girone ancora molto “incasinato”. A tal proposito la Polisportiva Futura cerca di dare continuità a un buon periodo (dieci partite senza sconfitta, nonostante qualche pareggio di troppo) in casa della Poggese, squadra partita con altre ambizioni (dopo anni in sofferenza) ma che ora si ritrova a dover lottare per allontanarsi definitivamente dalla zona rossa.

Nel girone I cremonese, invece, il Gussola, che potrà rigiocare il derby perso a Piadena per errore tecnico (data da definire), affronta in casa l’Olmese, squadra di tradizione che sgomita per i playoff. Sulla carta i cremonesi hanno qualche cartuccia in più, ma i casalaschi di Cappelli sanno che il fattore campo, per chi cerca la salvezza, deve fare la differenza. Il tifo per i rossoblu arriverà da Martelli e Rivarolo: i giallorossi di Agazzi giocano a Spinadesco per riprendersi i 3 punti rimessi sul piatto nel derby e, considerando che proprio lo Spinadesco è appaiato al Gussola, può dare vita a uno scambio di favori tra cugini, prima di tornare a battagliare sul campo. Al Rivarolo, invece, spetta sulla carta il compito più facile, in casa del Persico Dosimo, quartultimo col peggior attacco (11 gol) e la seconda peggior difesa (33). Tuttavia, come dimostra ad esempio il pari di metà dicembre in casa del San Luigi Pizzighettone ultimo, dopo un risultato di prestigio contro una big, il team di Stanga soffre sempre. E i biancoverdi sono reduci dallo 0-0 imposto alla capolista…

La Cannetese in Terza categoria A gioca a Volta Mantovana, in una gara che ha subìto l’inversione di campo: missione dunque ancora più dura per i rossoblu, che sfideranno la quinta forza del campionato e proveranno a ripartire dopo il ko in casa Ariete. Va detto che, tra dicembre e gennaio, la formazione di Pandolfo ha se non altro abituato a buone prestazioni, restando sempre in partita, pur da penultima della classe, fino al 90’.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti