Commenta

“Alleanza Civica
in discontinuità con
la politica dei partiti”

comune-viadana_ev

Nella foto, il municipio di Viadana

VIADANA – La lista civica ‘Progresso e Rinnovamento’ partecipa alla ‘Alleanza Civica’ per le prossime elezioni comunali di Viadana. Lo comunica Giovanni Frijio, che precisa come ormai siano in costante crescita “la sfiducia verso i partiti, l’astensionismo, conseguente ad un uso improprio della politica, purtroppo diffuso ad ogni  livello territoriale: corruzione, ruberie,  appalti  truccati, privilegi, interessi di parte e di elite che fanno da sfondo ad una politica intesa come strumento di arrivismo,  sopraffazione della democrazia, diritti fatti passare per favori e favori in cambio di voti”. “Molti sono i cittadini che ripudiano ciò – prosegue Frijio – e rivogliono la politica come servizio collettivo e partiti che svolgano una funzione di supporto ai cittadini coinvolgendoli attivamente alla vita politica del paese”. A Viadana, secondo Frijio, “questa sensibilità di gruppi di cittadini e di forze progressiste sta diventando un’occasione di reale cambiamento attraverso la costruzione di un’ampia Alleanza Civica per le prossime elezioni amministrative”. “Alleanza per ripristinare principi e valori di vera democrazia partecipata valorizzando la partecipazione della comunità viadanese, attraverso strumenti per aree tematiche e territoriali,  come il  bilancio partecipato, consulta delle frazioni, includendo tutte le tipologie organizzative presenti sul territorio alla vita democratica della città. Alleanza – continua Frijio – che garantisca i diritti a tutti e non favori a pochi, le associazioni di volontariato quale bene irrinunciabile per tutta la comunità, che consideri l’acqua bene comune inalienabile e che incentivi la produzione di energia pulita”.

La linea programmatica proposta da Frijio si fonda su “difesa e promozione di tutele (artigiani) non disciplinate, tutela alla persona, valorizzazione scuola cultura e formazione, difesa dei servizi pubblici e presidi sanitari, favorire la tutela e tipicità  delle produzioni agricole locali, che salvaguardi ed incentivi  la presenza di piccole e medie imprese per incrementare il lavoro”. L’Alleanza Civica si fonda “sull’equilibrio urbanistico, sul contrasto di abusi in campo edilizio, sulla tutela della superficie  agricola, sulla salvaguardia della flora, faune e riserve naturali, sull’accrescimento del senso civico e del  rilancio urbano e commerciale del capoluogo e delle frazioni come luoghi di vita sociale e di aggregazione”. Nessun cedimento “sui temi della legalità, della trasparenza, dell’accoglienza e dei diritti e dei doveri per tutti, che investa nella cultura, nello sport e nella scuola come occasione di crescita sociale”. “Questi – chiosa Frijio – sono alcuni dei capisaldi che la costituenda Alleanza Civica, alla quale aderiamo anche in qualità di gruppo promotore, fatta di cittadini volonterosi e responsabili, vuole attuare in discontinuità con ciò che la politica dei partiti non ha voluto o non è riuscita a fare, per sbloccare lo stato di degrado e isolamento di questi anni riportando Viadana al suo giusto ruolo di comunità trainante sul territorio Casalasco-Viadanese e di città influente a livello provinciale e regionale. Sarà un’alleanza aperta a persone, movimenti ed associazioni per riportare la comunità ed i cittadini al governo della nostra città e per ricostruire una politica di servizio esclusivamente a tutela dell’interesse collettivo e del bene comune”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti