Commenta

Blackout al “Grassi”
di Viadana, generatore
azzera i disagi

auto-donazione-grassi-ev

VIADANA – Non solo PalaFarina. A Viadana si sono registrati problemi anche presso la Casa di Riposo Grassi in via Vecchio Ospedale, anche se in questo caso, fortunatamente, l’attivazione immediata del cosiddetto “piano d’emergenza”, previsto per ogni struttura geriatrica considerata la delicatezza del ruolo svolto da questi istituti, ha fatto in modo che nessun disagio fosse avvertito dagli ospiti.

Il blackout di Enel, che ha avuto ripercussioni un po’ in tutta la Lombardia (e che ha colpito in particolare modo il sud della regione, tra Cremona e Mantova), avrebbe infatti privato di corrente, luce e acqua calda l’istituto geriatrico, se non si fosse attivato immediatamente il generatore in dotazione al Grassi. “E’ un piano di riserva ormai collaudato, che 15 secondi dopo lo sbalzo di corrente si attiva e garantisce energia continua” precisa uno dei dipendenti del personale amministrativo. In questo modo, nella giornata di venerdì, nessun ospite della struttura ha avvertito disagio o segnalato problemi, mentre nel pomeriggio di sabato fortunatamente tutto è tornato alla normalità, grazie ai tecnici di Enel che hanno riparato il guasto alla centralina. “L’unico grattacapo” ha spiegato il dipendente “è stato risistemare l’intero sistema di allarme dell’edificio, che viene automaticamente resettato in caso di blackout”.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti