Commenta

La Pomì è pronta
al trasloco: Parma
l’aspetta

pomi-braccia-esulta-ev

CASALMAGGIORE – Anche se qualche tifoso su Facebook, fa un tifo spudorato per il PalaRadi di Cremona (l’assioma è semplice: un palazzetto che s’è innamorato di una squadra di basket originaria di Soresina, la Vanoli, potrebbe fare lo stesso con un team di volley di Casalmaggiore), la Pomì sembra ormai destinata a giocare le prossime gare e soprattutto la prossima stagione, al PalaRaschi di Parma.

Tutto sta a capire quando partirà a tutti gli effetti la migrazione. Di certo c’è che il presidente rosa Massimo Boselli Botturi ha incontrato, come avevamo svelato in anteprima il presidente Fipav Carlo Magri a Roma, ponendo sul piatto della conversazione proprio la questione palazzetto: il trasferimento a Parma conviene un po’ a tutti. Alla Pomì, che in mezz’ora giungerebbe a destinazione, allungando il percorso di soli 15 minuti rispetto al viaggio su Viadana; alla città ducale, che tornerebbe a respirare il grande volley dopo i fasti della Santal e della Maxicono Parma, pluriscudettate; alla Lega Volley, che ritroverebbe in serie A un vero e proprio tempio del volley come il PalaRaschi, una sorta di piccolo San Siro della pallavolo (anche se a mezzo servizio). Senza dimenticare che diversi sponsor legati a Pomì ruotano attorno alla geografia parmigiana e parmense in generale…

Il fatto che giovedì la squadra si sia allenata a San Paolo di Torrile, provincia di Parma potrebbe essere un piccolo indizio, o solo una coincidenza dettata dalle esigenze stringenti: in ogni caso nelle prossime ore si saprà qualcosa di più. Non si esclude la possibilità, dato che il tempo stringe, di giocare a Montichiari almeno la prima delle tre gare di regular season, peraltro fondamentale, essendo uno scontro per il terzo posto, contro Conegliano. Poi però occorrerà cercare una casa permanente per le sfide a Urbino, Piacenza e soprattutto per i playoff.

Nel mentre la giornata di venerdì sarà particolarmente intensa per la Pomì: alle ore 8.30 i dirigenti rosa, assieme agli staff degli altri club che sfruttavano il PalaFarina, si troveranno in via Vanoni per liberare, in tutta sicurezza e sotto l’occhio dei Vigili del Fuoco già allertati, per togliere dalla zona vicino alle macerie del tetto crollato il taraflex e le altre attrezzature sportive. Sempre venerdì, tra mattina e pomeriggio, la dirigenza Pomì incontrerà le amministrazioni di Parma e Cremona. “Un orientamento nostro c’è già” spiega Boselli Botturi “ma vogliamo comunque incontrare tutti per dialogare con chi gestisce i palazzetti: poi renderemo nota la nostra strada da qui alla fine del campionato e probabilmente anche per la prossima stagione”. Una strada che però sembra condurre dritta verso Parma.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti